La Nuova Provincia

Società Editrice

Editrice OMNIA S.r.l.
via Monsignor Rossi 3
14100 Asti

Amministrazione
tel: +39.0141.532186
fax: +39.0141.322797

Stampa

AGA ARTIGRAFICHE S.r.l.
corso Brunet 13
12100 Cuneo

Iscrizione

Tribunale di Asti n.61 del 25/09/1953
ROC n.9467 del 4/11/2003

La Nuova provincia compare in edicola il 27 settembre 1953. Direttore è lo stesso fondatore, Pietro Perrone. Dopo qualche anno diventa editore l'avvocato Giuseppe Cirio e l'incarico di direttore passa Primo Maioglio, già partigiano, che diviene per tanti anni il punto di riferimento "storico" della testata.

Nel 1991 diventa bisettimanale, all'edizione del martedì si affianca quella del venerdì. Tredici anni dopo, nel 2004, cambia l'orario di uscita: non più nel tardo pomeriggio ma in prima mattina insieme ai quotidiani.

Con gli anni 2000 La Nuova Provincia trasferisce sia la redazione che la concessionaria di pubblicità Publiarco in via Monsignor Rossi, in uno stabile antico nel cuore di Asti.

Recentemente il giornale ha rafforzato la sua presenza nella zona di Nizza e Canelli: i lettori della Vallebelbo trovano in edicola un'edizione con una prima pagina dedicata alle notizie del sud della provincia.

In sessant'anni di storia la testata si è modificata radicalmente, aumentando la foliazione, strutturandosi in molteplici sezioni, arricchendosi di inserti e di "Speciali", cambiando formato e adottando il "full color" con una nuova veste grafica.

A giugno 2012 La Nuova Provincia segna un nuovo passaggio ripensando la propria presenza online e digitale intorno al sito www.lanuovaprovincia.it. Nasce un quotidiano con notizie di tutti i settori più rubriche e blog, dossier, approfondimenti, news di carattere nazionale e internazionale, fotogallery, servizi e contenuti fruibili via web in collegamento con i social network. Un quotidiano per Asti e provincia, un luogo di incontro e discussione per la comunità, una porta di accesso per i forestieri.