Attualità
Moncalvo e nord

Il Welfare per i profughi mette in crisi il Cogesa

Stampa Home
Articolo pubblicato il 12/04/2017 alle ore 11:30.
Welfare per i profughi mette in crisi il Cogesa 3
Il welfare per i profughi mette in crisi il Cogesa

Con un permesso di soggiorno per scopi umanitari ma senza casa, senza lavoro, senza prospettive, senza rete famigliare su cui contare: cresce il numero di famiglie di profughi sbarcati e assegnati all'Astigiano, con figli minorenni che entrano nel circuito dell'assistenza sociale locale.

Che rischia di collassare, se non arrivano risorse aggiuntive e se non si dà una programmazione meno approssimativa degli interventi.

A lanciare il grido d'allarme è il Cogesa, il Consorzio dei servizi socio assistenziali di 70 comuni dell'area nord dell'Astigiano.

In una lettera al Prefetto, il direttore Piero Botto e il presidente Angelo Marengo espongono le criticità di assistenza sociale nei confronti dei minori stranieri non accompagnati e di quelli presenti regolarmente sul territorio con le loro famiglie ma in situazioni di indigenza..

Continua la lettura sul giornale in edicola, o acquista la tua copia digitale

Daniela Peira

Tags: sociale,richiedenti asilo,profughi,Welfare,Cogesa

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport