Palio
Asti

VIDEO: una finale senza emozioni
e quel sospetto sul via al canapo

Stampa Home
Articolo pubblicato il 22/09/2014 alle ore 18:07.
video-una-finale-senza-emozionibre-quel-sospetto-sul-via-al-canapo-56e68a8e5c0012.jpg
VIDEO: la finale del Palio di Asti
Dalla terrazza al quarto piano del palazzo della Provincia l’atmosfera sembra più rarefatta. I colori sono sempre intensi, ma si stemperano tra i tetti e le torri del centro storico. Il Palio la sotto sfidava la sorte del tempo e cercava di rispettare gli orari imposti dalla televisione. E già. La Rai detta le regole e noi, per dare lustro e popolarità alla manifestazione, dobbiamo obbedire pena la perdita della diretta. Certo, non ha senso un collegamento senza la corsa, come è successo già diverse volte. Agli spettatori non gliene importa nulla, loro vogliono vedere la gara con un inizio e soprattutto con una fine.

Bene, domenica scorsa l’hanno avuta, anche a scapito dello spettacolo cittadino. Ne è risultato una finale senza discussioni, senza “batticuore” con Santa Caterina che è partita in testa ed è arrivata prima al traguardo. Persino la mossa è passata in sordina. Nessuno ha polemizzato. Nessuno ha battuto ciglio. Eppure a ben guardare la partenza non sembrava proprio del tutto regolare. Analizzando il servizio video che abbiamo preparato per il sito si può facilmente notare come, nel momento in cui il mossiere ha abbassato il canapo, ben due cavalli non fossero allineati. Quindi, se le immagini non tradiscono, la partenza non doveva essere valida. Ma nessuno ha reclamato, nè San Pietro, nè Baldichieri, che erano i due cavalli più arretrati e nè i rispettivi borghigiani seduti sugli spalti.

La finale è partita senza battere ciglio, inaspettatamente, quasi come se il mossiere avesse dovuto obbedire a degli ordini ben precisi: facciamo in fretta, dobbiamo rispettare i tempi (della Rai, s’intende). Da lassù il vociare della piazza arrivava un po’ attutito, senza un gran fragore, proprio come è stato il Palio edizione 2014. La vigilia sembrava promettere una gara movimentata. Il blitz dei Carabinieri aveva creato un certo allarmismo nelle scuderie. Poi nulla. Gli esiti dei prelievi si sapranno solo nei prossimi giorni, forse nelle prossime settimane e l’ordine di arrivo non potrà essere modificato.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport