Attualità
Asti

Via ai lavori in 28 scuole per 2,5 milioni

Tra i cantieri più significativi la scuola “Pascoli” (zona viale Pilone), la elementare “Baracca” di corso alla Vittoria e la materna “Corso Alba” che si trova nell’omonimo quartiere

Stampa Home
Articolo pubblicato il 31/07/2016 alle ore 05:00.
scuola Baracca primaria lavori Comune di Asti 2016
Da sinistra l'assessore Alberto Ghigo, il sindaco Fabrizio Brignolo e il geometra comunale Valter Bianco davanti alla primaria "Baracca" (foto Pletosu)

Lavori di manutenzione nelle scuole per un investimento totale di 2,5 milioni di euro. Protagonista il Comune, che ha fissato una serie di interventi negli edifici scolastici di sua competenza (materne, elementari e medie) da realizzare tra il 2016 e il 2017, tanto che in numerose scuole i lavori sono cominciati a giugno per terminare alla fine di agosto.

Complessivamente gli interventi programmati sono 28, decisi sulla base dell’analisi effettuata dai tecnici comunali ma anche del confronto tra Amministrazione e personale scolastico. Da sottolineare che in tutti i casi è stato effettuato - o è in corso - il controllo delle controsoffittature, in modo che per l’inizio del nuovo scolastico le ispezioni siano terminate, così come gli interventi ritenuti necessari.

Tra i cantieri più significativi in corso sono sicuramente da segnalare la scuola “Pascoli” (zona viale Pilone) che ospita sezioni di materna ed elementare; la elementare “Baracca” di corso alla Vittoria e la materna “Corso Alba” che si trova nell’omonimo quartiere.

Nello specifico, alla “Pascoli” l’intervento ammonta a 250mila euro e prevede il rifacimento del vano ascensore, le messa in sicurezza delle controsoffittature, la sostituzione dei serramenti, il rifacimento dei bagni del primo e del secondo piano, il trattamento antiscivolo di alcune pavimentazioni. «L’intervento sulle controsoffittature - hanno spiegato il sindaco Fabrizio Brignolo e l’assessore ai Lavori pubblici Alberto Ghigo, nel corso del sopralluogo di mercoledì mattina - è di fondamentale importanza a livello di sicurezza. Tutti gli edifici scolastici sono stati controllati utilizzando una apposita strumentazione che effettua una sorta di “radiografia” e mostra se è necessario o meno intervernire. Anche perché, trattandosi di elementi non strutturali, ad occhio nudo non si vede se è necessaria o meno la messa in sicurezza».

Alla “Baracca”, invece, i lavori prevedono, oltre alla messa in sicurezza delle controsoffittature, anche il rifacimento del tetto, per un investimento di 180mila euro. Mentre alla materna “Corso Alba” saranno spesi 200mila euro per la manutenzione straordinaria del tetto, il risanamento dall’umidità in una parte del seminterrato e il rifacimento della pavimentazione in due aule. «In questa scuola - hanno spiegato i tecnici comunali - sarà rifatto il sistema di scolo delle grondaie che, per carenze strutturali, portavano l’acqua piovana a far marcire i muri. Per risolvere il problema della risalita di umidità dal seminterrato, poi, verranno rimosse le pavimentazioni esistenti e realizzate nuove coperture che assicureanno la massima resistenza all’umidità».

Sarà un’estate di lavori anche alla materna “Bosco dei partigiani”: con un investimento da 100mila euro sarà rifatto il tetto e completata la sistemazione degli spazi interni, realizzata in parte già nei mesi scorsi.

Sono poi stati completati i lavori all’elementare “Dante Alighieri”, dove sono state effettuate le verifiche statiche dei controsoffitti e si è riparata la pavimentazione della palestra. Interventi simili alla elementare “Galileo Ferraris”, dove peraltro sono state recentemente realizzate alcune opere esterne in collaborazione con gli Alpini. «Tutti i lavori - conclude Brignolo - sono stati decisi e coperti in gran parte con fondi comunali».

Elisa Ferrando

Tags: scuola

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport