Attualità
Asti

Unitisipuò interpella Brignolo su rotonda a Quarto

Nell’interpellanza si legge dello stato di abbandono in cui versa la rotonda che attualmente altro non è se non un cantiere dismesso con pericoli ed insidie

Stampa Home
Articolo pubblicato il 25/08/2016 alle ore 10:26.
Lo stato di stallo dei lavori

Quale sarà il futuro della rotonda da in via di realizzazione in strada San Bartolomeo, nell’area industriale di Quarto? A chiederselo sono i consiglieri comunali di “Unitisipuò” che hanno presentato al sindaco e all’assessore competente un’interpellanza a risposta scritta per avere chiarimenti in merito. Nell’interpellanza si legge dello stato di abbandono in cui versa la rotonda che attualmente altro non è se non un cantiere dismesso con pericoli ed insidie.

I componenti di “Unitisipuò” sottolineano nel documento consegnato al primo cittadino come lo stato di abbandono presenti “seri pericoli per la viabilità a causa di pali, tondini in ferro, reti da recinzione, il tutto crollato in mezzo alla carreggiata dove transitano i mezzi, senza la presenza di segnaletica”. L’interpellanza prosegue puntando il dito sul traffico intenso di quella zona dove transitano “i mezzi della raccolta rifiuti di tutta la provincia, i bilici che trasportano i rifiuti trattati in uscita dagli impiento Gaia, i mezzi che entrano ed escono all’impianto di selezione del vetro, oltre a tutto il personale impiegato in quella zona industriale”.

Ma questo non basta. Con il documento i consiglieri fanno notare che i bilici in uscita “dall’impianto di selezione del vetro non riescono ad imboccare il tratto di rotonda tagliata a metà per cui il più delle volte la percorrono in contromano”. A questo punto i firmatari dell’interpellanza chiedono ad assessore competente e sindaco chi deve completare la rotonda spartitraffico e le strade che si diramano? Quali i tempi di realizzazione previsti dalle convenzioni? Quali le motivazioni per cui i lavori non vengono completati? Di chi sono le responsabilità di eventuali incidenti o danni ai mezzi provocati dal completo dissesto del cantiere e cosa intende fare il Comune per porre fine a questa situazione sconfortante.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport