Cultura e Spettacoli
Asti

Una rassegna per conoscere
il "giovane e favoloso" Germano

Stampa Home
Articolo pubblicato il 24/02/2016 alle ore 11:00.
una-rassegna-per-conoscerebril-quotgiovane-e-favolosoquot-germano-56e6c467ed47d2.jpg
Elio Germano
"Giovane e favoloso"? Sicuramente uno dei migliori attori italiani in circolazione, forse il più promettente. Elio Germano sarà ospite domenica sera ad Asti per la prima di una serie di proiezioni che lo vedono protagonista. La rassegna prende il titolo dal film che ne ha ulteriormente confermato il talento, "Il giovane favoloso" di Mario Martone che ripercorre la vita di Giacomo Leopardi. A organizzare sono l'assessorato alla Cultura e il circolo cinematografico Vertigo, responsabile della programmazione della Sala Pastrone. «Nel 2013 con Rutger Hauer ci fu il pienone al Teatro Alfieri - spiega Paolo Perrone, presidente di Vertigo - ora l'evento di domenica si propone di seguire quella traccia. Pensavamo da mesi a una rassegna dedicata a una figura centrale del cinema italiano: cercavamo un personaggio che fosse nel pieno della carriera. Famoso, ma in misura autoriale, e con molto ancora da dare in futuro.»

Elio Germano corrispondeva a questo profilo, dopo averlo contattato insieme a lui si è stabilito un calendario di proiezioni, che proseguiranno fino a metà marzo. Aprirà domenica "La nostra vita" di Daniele Lucchetti, il film con il quale Germano nel 2010 ha vinto il premio a Cannes per la migliore interpretazione maschile. Alle 21 sul palco dell'Alfieri ci sarà anche l'attore, che dialogherà con l'assessore Massimo Cotto. «Elio Germano è uno dei più grandi anche per i ruoli che accetta di interpretare - ha detto quest'ultimo - spero sia il primo di una serie di incontri con altri artisti.» Ospiti anche lo stesso Perrone, oltre ai critici cinematografici Anna Pasetti e Francesco Crispino. Con l'occasione, riceverà il Sigillo della Città di Asti e la medaglia d'argento coniata per le celebrazioni alfieriane (ingresso 7,50 euro, ridotti 6 euro).

«E' stato un po' faticoso arrivare a lui - ammettono gli organizzatori - è preda di mille iniziative e in moto perpetuo per la sua attività.» Fin dall'inizio la sua carriera è stata scandita da collaborazioni con i maestri del cinema: Ettore Scola, Emanuele Crialese, Gabriele Salvatores. A oggi ha accumulato 15 anni di carriera e 40 film circa. Gli appuntamenti successivi saranno di mercoledì, tutti in Sala Pastrone e a prezzo ridotto (5 euro gli interi, 3,50 i ridotti): "N - Io e Napoleone" di Paolo Virzì (2 marzo), "Mio fratello è figlio unico" (9 marzo) e "Il giovane favoloso" (16 marzo).

Enrico Panirossi

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport