Attualità
Asti

Una metropolitana leggera nell'Unesco?

Stampa Home
Articolo pubblicato il 15/12/2016 alle ore 09:16.
Una metropolitana leggera nell'Unesco? 3
Una metropolitana leggera nell'Unesco?

Venerdì prossimo in Municipio, ad Asti, avrà luogo un incontro di studio, aperto al pubblico, dal titolo "Metropolitana leggera e ferrovie: idee per una mobilità sostenibile ad Asti e nei territori dell'Unesco". La proposta di approfondire il ruolo del trasporto su rotaia era emersa nell'ambito della recente consultazione su mobilità e sosta nel futuro di Asti tenuta nei giorni scorsi da Asp, Comune e Ordine degli Architetti. A un mese di distanza, è pronto il programma della giornata di studio organizzata dalla multiutility insieme a un nutrito gruppo di associazioni e ordini professionali.

Molto qualificato il gruppo dei relatori: vi figurano infatti amministratori e dirigenti di enti con diretta competenza sulla mobilità in ambito locale e piemontese (Comune, Agenzia della mobilità piemontese, Regione Piemonte), soggetti che, negli ultimi anni, hanno maturato esperienze a livello territoriale (Associazione Unesco), redatto studi sulla metropolitana leggera (architetto Giovanni Currado) o caldeggiato progetti di mobilità sostenibile (associazioni ambientaliste e non). Un'occasione importante, dunque, per confrontarsi, in modo concreto e realistico, sulla possibilità di adottare in futuro un sistema di trasporto rapido che utilizzi il sedime ferroviario per servire pendolari e turisti e che, insieme ai mezzi del trasporto pubblico locale, costituisca una valida alternativa all'auto. Nel dettaglio, i lavori saranno introdotti, alle 17, dalla presidente dell'Asp Giovanna Beccuti.

L'architetto Giovanni Currado, progettista dello studio redatto a metà anni Duemila sulla metropolitana leggera ad Asti, sarà il primo relatore. Prenderanno poi la parola Domenico Catrambone, a nome dell'Ordine degli Architetti, e Gianfranco Comaschi, presidente dell'Associazione Unesco. A seguire i contributi di alcune delle associazioni che promuovono con l'Asp l'incontro di studio e l'intervento del sindaco Fabrizio Brignolo. Il tema della metropolitana leggera nel sistema di mobilità del Sud Piemonte e regionale sarà affrontato da Paolo Filippi, presidente del Bacino Sud Est dell'Agenzia della mobilità piemontese, e dal dirigente della Regione Piemonte Luigi Robino, direttore della Direzione opere pubbliche, difesa del suolo, montagna, foreste, protezione civile, trasporti e logistica.

Concluderà i lavori Paolo Golzio, amministratore delegato dell'Asp. Moderatore Marco Devecchi, presidente dell'Osservatorio del paesaggio per il Monferrato e l'Astigiano.

Tags: mobilita`,trasporti,Unesco,Asp,asti

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport