Cronaca
Canelli e sud
tutti i comuni

Una fattura da 854 euro
per un lavandino ingorgato

Stampa Home
Articolo pubblicato il 06/02/2016 alle ore 09:45.
una-fattura-da-854-eurobrper-un-lavandino-ingorgato-56e6c3507e8462.jpg
La fattura spiccata a carico della famiglia. Dal punto di vista contabile è tutto regolare, ma alla cognata sembra esosa la spesa di quasi mille euro per uno scarico disotturato
Chiama l'idraulico per l'ostruzione del lavandino e il lavoro gli costa 854 euro. E' accaduto qualche giorno fa ad un canellese che vive con l'anziana madre il quale, quando il suo lavandino si è ostruito, ha pensato di ricorrere alle Pagine Gialle per cercare il nome di un idraulico che gli sbloccasse la situazione. Il problema è stato risolto ma a questo canellese di 67 anni è costato caro, così come ci riporta la cognata, la signora Grazia, la quale ha voluto portare all'attenzione del nostro giornale la vicenda.

«Mi sembra una cifra esagerata, si sono approfittati di mia suocera e di mio cognato» lamenta Grazia, che spiega come la suocera sia una donna anziana di 88 anni mentre il cognato, con vari problemi di salute, non sia completamente autosufficiente. «Di solito siamo io e mio marito ad occuparci di queste incombenze per loro, che non sono più in grado di farlo – continua Grazia - Sfortunatamente, in questa occasione mio cognato ha voluto fare di testa sua. Ha preso le Pagine Gialle e attirato da una pubblicità ha chiamato un idraulico di fuori provincia. Mi domando: come è possibile chiedere così tanto per disostruire un lavandino?».

Secondo la signora Grazia, l'idraulico con un assistente si è presentato al mattino verso le 8. Da un primo sopralluogo, avrebbe presentato un preventivo di spesa di 400/500 euro, poi raddoppiato a causa del grave ingorgo presente. «Inoltre, volevano cambiargli anche la gomma del gas per una cifra totale di più di mille euro ma per fortuna mio cognato aveva in casa solo 800 euro per le emergenze mentre i 50 euro che mancavano ancora se li è fatti dare da sua madre» spiega Grazia, con tono concitato «Sono arrabbiata, perché un mio vicino di casa è idraulico e mi ha confermato che il prezzo di mercato per un lavoro simile si aggira sui 150/250 euro. Per me si sono approfittati di due persone fragili».

Interrogato in merito, l'‘idraulico contesta le accuse e spiega: «Ci siamo comportati più che correttamente. Abbiamo presentato il preventivo di spesa di 400 euro prima di iniziare i lavori e il cliente ha accettato. Purtroppo il preventivo è stato raddoppiato rispetto a quanto valutato all'inizio a causa della natura dell'intervento, complesso per il molto sporco presente, che ha richiesto l'utilizzo di un'attrezzatura specifica. Prima di intervenire, abbiamo sempre informato il cliente».

L'idraulico non intende nascondere nulla e aggiunge come degli 854 euro, 100 euro siano per l'uscita, 600 euro per l'intervento e i restanti 154 euro siano d'IVA. La famiglia della signora Grazia però non è soddisfatta di questa risposta e già si è mossa per verificare la possibilità di farsi le proprie ragioni. «Ci siamo rivolti alla Guardia di Finanza ma la fattura risulta essere in regola. Anche da Federconsumatori ci hanno detto di non poter fare nulla. Stiamo valutando di rivolgerci anche ai Carabinieri. Resta l'amarezza per i soldi spesi. Parliamo di due pensionati che faticano ad arrivare alla fine del mese. Davvero non ci voleva».

Lucia Pignari

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport