Attualità
Moncalvo e nord

Un allevamento di Capriglio su Striscia la notizia

L’Azienda Agricola Capre e Cavoli, oltre a latte e formaggi caprini, produce anche il peperone di Capriglio presidio Slow Food

Stampa Home
Articolo pubblicato il 20/05/2016 alle ore 10:28.
Davide Rampello durante le riprese del servizio
Davide Rampello durante le riprese del servizio

L’Azienda Agricola Capre e Cavoli di Capriglio sarà protagonista, questa sera (venerdì), su “Striscia la Notizia”, il giornale satirico di Antonio Ricci in diretta su canale 5 dalle 20,40, all’interno della rubrica “Paesi e Paesaggi” di Davide Rampello. «Tempo fa mia moglie Daniela aveva lasciato un commento sulla pagina Facebook del programma in relazione a una rubrica di Rampello che ci era particolarmente piaciuta – racconta Paolo, titolare dell’azienda agricola a gestione famigliare – credo che quella sia stata un po’ la scintilla a cui hanno fatto seguito una serie di combinazioni fortunate, a partire dalla storia che sta dietro al nascita della nostra attività di allevatori, iniziata un po’ per gioco nella casa di campagna dove trascorrevo le vacanze fin da bambino. Mia moglie ed io – prosegue Paolo - abitavamo a Torino, con un impiego nel settore immobiliare, poi, dal 2010, la nostra vita è cambiata radicalmente: l’allevamento di capre camosciate è diventato il nostro lavoro e dalla città ci siamo definitivamente trasferiti a Capriglio».

«A contattarmi è stato l’autore della rubrica: un pomeriggio mi telefona e mi chiede la disponibilità per un sopralluogo da parte della troupe di ritorno da una registrazione in un birrificio del torinese. Tutto si svolge in un clima cordiale e rilassato e mi viene detto che, causa fine stagione, le riprese e la messa in onda sarebbero state rimandate all’autunno. Caso vuole però, che, a distanza di un mese, l’autore cambia idea, mi richiama, e fissiamo un appuntamento». Domenica scorsa Ramello e il suo trono sono arrivati a Capriglio per raccontare il paesaggio del Monferrato, il paese di Capriglio e i prodotti di Capre e Cavoli, con riprese nella piazza principale, nel museo mamma Margherita, nei boschi del circondario e infine tra le caprette di Paolo e Daniela e nel piccolo caseificio, inaugurato lo scorso autunno, all’interno del quale il latte viene trasformato in giornata in quattro tipologie di formaggi.

«Ramello e la troupe hanno molto apprezzato i nostri formaggi, soprattutto la Cremosa, recentemente premiata a Milano, e si sono fermati da noi per il pranzo; le mie capre curiose invece, hanno “assaggiato” il trono pieghevole simbolo della rubrica televisiva, dando vita a uno sketch comico che i cameramen non hanno mancato di riprendere». L’Azienda Agricola Capre e Cavoli, oltre a latte e formaggi caprini, produce anche il peperone di Capriglio presidio Slow Food, in vendita presso la cascina, i negozi, i mercati e i supermercati della zona e da Eataly a Chieri.

Marzia Barosso

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport