Cronaca
Asti

Su strada con gomme sempre meno sicure

Il quadro emerso dai controlli è stato illustrato dal Direttore del Servizio polizia stradale e dal direttore di Assogomma

Stampa Home
Articolo pubblicato il 24/07/2016 alle ore 05:00.
polizia stradale gomme sicure Asti 2016
(immagine di repertorio)

Gli italiani circolano con gomme sempre più lisce. Oppure danneggiate, non omogenee o con pneumatici invernali in estate. «E lo scenario in Piemonte si presenta, purtroppo, in linea con quello nazionale», commenta il dirigente del Compartimento polizia stradale per il Piemonte e la Valle d’Aosta Mario Nigro. Sono stati presentati a Roma nei giorni scorsi i dati del progetto “Vacanze sicure”, che dal 2003 fornisce una panoramica sullo stato delle gomme in circolazione sulle nostre strade.

Per quanto riguarda i dati astigiani, anch’essi non si discostano di molto dalla situazione del resto del Paese. Il quadro emerso dai controlli è stato illustrato dal Direttore del Servizio polizia stradale e dal direttore di Assogomma. Oltre alle gomme lisce, il 6% delle vetture e il 15% dei mezzi di trasporto leggero controllati dalle pattuglie della Stradale aveva pneumatici non omogenei, ossia gomme diverse sullo stesso asse, per marca o modello, oppure di diverso tipo (estivo e invernale) sui due assi.

«Gomme lisce, danneggiate, non omologate, equipaggiamenti non omogenei e non conformi, pneumatici invernali in estate, sono la cartina tornasole di una mancanza cronica di manutenzione che, per viaggiare sicuri, dovrebbe aumentare al crescere dell'età delle vetture, invece, al contrario peggiora. Infatti, il campione racconta che dopo i 10 anni di vita la manutenzione crolla in modo verticale. Questi comportamenti poco virtuosi sono ancora più evidenti sui mezzi per il trasporto leggero che presentano un trend in crescita costante direttamente proporzionale all'aumentare dell'età del mezzo. Ne deriva un risultato sconfortante: sono milioni i mezzi potenzialmente pericolosi in circolazione sulle nostre strade».

In riferimento al Piemonte «il 18% delle vetture indagate è risultata non conforme, o per una mancanza di revisione o per una non conformità sugli pneumatici. Non ci sono province virtuose: in tutto il territorio regionale le vetture non conformi oscillano dal 13 al 21%; alle non conformità si affiancano il 5% di vetture con gomme lisce e il 5% di vetture che montano pneumatici non omogenei e un 13% di vetture che montano ancora pneumatici invernali».

Ad Asti si è registrato un 16% di veicoli con pneumatici non omogenei; il 4% di veicoli con danneggiamenti visibili; l’8% di veicoli con battistrada tra o e 1,6 mm; il 20% di veicoli che presentano una non conformità. Sono stati 12 mila i controlli effettuati, nel periodo compreso tra maggio e giugno, in poco meno di un mese; e tra le Regioni coinvolte nel progetto c’era appunto anche il Piemonte.

 

Trasporti sicuri per la Gmg

Controlli specifici sono stati programmati dalla polizia stradale, in collaborazione con le Diocesi, per garantire la sicurezza del trasporto dei giovani che prendono parte alla Giornata mondiale della gioventù di Cracovia dal 26 al 30 luglio e che hanno scelto l’autobus per raggiungere la città polacca. Controlli documentali per la verifica della posizione amministrativa ed autorizzativa delle aziende; e poi verifiche alla sicurezza dei mezzi, alla loro efficienza e allo stato psicofisico dei conducenti.

 

Marta Martiner Testa

 

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport