Attualità
Asti

Stasera il film che dice no alla ludopatia

La dipendenza che in alcuni casi genera il gioco a premi in denaro colpisce in modo particolare i giovani e gli anziani, che in qualche caso arrivano a spendere buona parte della loro pensione

Stampa Home
Articolo pubblicato il 29/06/2016 alle ore 04:50.
ludopatia film Una nobile causa gioco d'azzardo Asti 2016
(immagine di repertorio)

Un giro d’affari di 190 milioni di euro all’anno nell’Astigiano. 81 persone in carico al Sert dell’Aslnel 2015 e 50 quelle che si sono presentate nei primi sei mesi del 2016. Questi i numeri che delineano gli effetti negativi (a volte anche nefasti) della ludopatia.

La dipendenza che in alcuni casi genera il gioco a premi in denaro colpisce in modo particolare i giovani (giocano soprattutto attraverso i sistemi on line) e gli anziani, che in qualche caso arrivano a spendere buona parte della loro pensione nel gioco.

Sei mesi fa il Comune di Asti ha istituito la Consulta permanente sul gioco a premi in denaro. Tra i suoi obiettivi la sensibilizzazione al problema della ludopatia. Una prima importante iniziativa è in programma per domani sera, mercoledì. Al cinema Lumiere di Asti (corso Dante), alle 21, sarà proiettato il film “Una nobile causa”, regia di Emilio Briguglio, prodotto dalla Running Tv International, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia (2015). L’ingresso è di 5 euro.

«Contiamo di coinvolgere soprattutto adulti e genitori - ha sottolineato l’assessore Vercelli presentando l’iniziativa - Nell’autunno la pellicola sarà poi presentata agli studenti, attraverso un appuntamento al Teatro Alfieri, che può accogliere un alto numero di ragazzi, oppure attraverso più proiezioni in Sala Pastrone».

Dopo la proiezione di “Una nobile causa”, film che racconta la drammaticità della malattia per il gioco attraverso la freschezza della commedia, seguirà un dibattito con i referenti del dipartimento del S.O.C. Patologie delle dipendenze (Sert) dell’Asl di Asti e dell’associazione Libera.

m.m.t.

Tags: Ludopatia,Gioco d`azzardo

Cronaca

  • Slot spente vicino a scuole e chiese

    22-11-2017
    Stando alla norma, non potranno essere operative le macchinette che rientrano in un raggio di 500 metri da un luogo “sensibile” (come scuole,...
  • Dopo 75 anni scopre il nome della madre

    22-11-2017
    Come per questa ricerca, partita solo qualche anno fa grazie all'entusiasmo e alla determinazione di Cristina, in cui ha fatto capolino una foto di classe,...

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport

  • Addio a "Ughetto" Perosino

    21-11-2017
    Personaggio amato da tutti in città, sportivi e non, era un ex dipendente comunale, negli anni aveva svolto il ruolo di bagnino 
  • Crollo Nazionale i mali e la cura

    15-11-2017
    Ora che la batosta è arrivata chissà se avremo il coraggio di voltare pagina, lavorare su un'identità precisa rinunciando alle cariatidi...