Social Paper

Sport estremi per vivere una grande
emozione, ma attenti... al coccige!

Stampa Home
Articolo pubblicato il 16/06/2015 alle ore 17:15.
sport-estremi-per-vivere-una-grandebremozione-ma-attenti-al-coccige-56e6a0a683aee2.jpg
Sport estremi per vivere una grandeemozione, ma attenti... al coccige!
Per tutti gli amanti del brivido e degli sport estremi, l’Italia è il posto perfetto per lanciarsi in avventure mozzafiato! Con la sua conformazione di penisola, offre la possibilità di praticare qualsiasi disciplina, sia questa di terra, aria o acqua.
Un ottimo esempio può essere il parapendio, un’esperienza da vivere su mezzi biposto (così come il paracadutismo), o da soli per i più esperti. Alcuni posti consigliati per questo sport sono Norma, sui monti Lepini, il Parco del Gran Sasso, in Abruzzo e altri luoghi incantevoli da cui si possono ammirare magnifici paesaggi, come il Lago di Garda.
Un altro sport è il “fly pulley”, detto anche “volo dell’angelo”: tramite un’imbracatura e un gancio assicurati a un cavo d’acciaio, collegato alle due estremità di una valle o di due montagne, permettendo così un volo nel vuoto.
Alcuni posti in cui è possibile “lanciarsi” (ah ah ah battutona) in questa impresa sono Pietrarossa, in provincia di Potenza, Valtellina, nei pressi del Lago di Como, e altre località molto caratteristiche. Tra i più comuni sport estremi possiamo nominare il rafting, il canyoning, il bungee jumping! Tuttavia lo sport che più consiglio è il paracadutismo. Se anche pensate di spaventarvi a morte nel trovarvi ben al di sopra dell’altezza consigliata per una caduta “ragionevole”, potete star certi che il paesaggio che vi apparirà tutt’intorno spazzerà via ogni dubbio o paura.
Un altro argomento interessante riguardo lo sport è il parkour, spesso abbreviato in PK, consiste nell’eseguire un percorso, affrontando qualsiasi genere di ostacolo, con il minimo sforzo possibile e la maggior efficienza di movimento.
Per potersi lanciare in questo sport, è consigliato un allenamento lento, progressivo e graduale (anche se molti tentano di accelerare le cose, con pessimi risultati).
Essendo che l’ideologia di fondo sostiene che l’ambiente circostante sia in grado di insegnare tutto quello di cui abbiamo bisogno per muoverci al suo interno, materassini, palestre e istruttori sono strumenti ben poco utili in questa disciplina.
Tuttavia uno dei centri italiani più noti si trova a Torino, e con “centri” intendo vere e proprie palestre che possono iniziarvi a questo stile di vita. Ciò detto... se un amico vi sfida a fare una capriola all’indietro facendo leva su un muro... attenti al coccige. Quello non scherza.

Federica Giaccone

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport