Cronaca
Asti

Smantellata dalla polizia banda di spacciatori tunisini

Stampa Home
Articolo pubblicato il 16/11/2017 alle ore 12:41.
Smantellata dalla polizia banda di spacciatori tunisini 3
Gli investigatori che si sono occupati del caso

Ha portato all’arresto di tre tunisini e l’obbligo di dimora per un italiano di 46 anni l’operazione antidroga “White horse” della Squadra mobile della Questura, avviata a partire dal gennaio 2016. «Era attiva una rete di spaccio, di eroina e cocaina, anche grazie all’aiuto prestato da alcuni fiancheggiatori, tutti indagati, tra cui anche alcuni italiani tossicodipendenti, che consentiva alla sostanza stupefacente di raggiungere alcune piazze di spaccio “astigiane”», spiega la Questura. Sono tutti nomi già conosciuti alle forze dell’ordine, hanno 40, 41 e 22 anni: due di loro sono stati arrestati dagli agenti della Mobile coordinata dal commissario capo Loris Petrillo, un terzo è stato arrestato alla stazione ferroviaria di Massa Carrara dai carabinieri.

Le indagini

Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Marchetti, avrebbero permesso «di evidenziare riscontri probatori importanti e consentivano nel corso dell’investigazione, anche grazie all’ausilio di servizi di appostamento e attività di intercettazione e sorveglianza elettronica, di identificare i soggetti interessati dall’attività illecita di spaccio».

Droga per 50 mila euro

Il lavoro dei poliziotti dell’Antidroga, durata diversi mesi, avrebbe documentato, attraverso 1.100 ore di intercettazioni e attività di pedinamento, la cessione ai tossicodipendenti astigiani di circa 3 mila dosi di droga. «La sostanza stupefacente, rivenduta nelle piazze astigiane, ha un controvalore di mercato di circa 50 mila euro», sottolinea la Squadra mobile.

Altri due tunisini ricercati  

Complessivamente sono sei le ordinanze di custodia in carcere emesse dal Tribunale: oltre ai tre tunisini arrestati e all’italiano interessato dall’obbligo di dimora, sono ricercati un tunisino di 24 anni con a carico un provvedimento di carcerazione e risultato già interessato da espulsione verso il proprio Paese, e un altro tunisino di 36 anni, nei confronti del quale è stato disposto un provvedimento di obbligo di dimora. Gli inquirenti ritengono che quest’ultimo sia fuggito in un altro Paese dell’Europa e sono in corso indagini per arrivare alla sua cattura in ambito europeo.

Marta Martiner Testa

Tags: spaccio di droga,polizia,asti

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport