Economia e lavoro
Villanova e San Damiano
tutti i comuni

Si cercano nuovi gestori
per la Casa di Riposo di Villanova

Stampa Home
Articolo pubblicato il 15/02/2016 alle ore 07:00.
si-cercano-nuovi-gestoribrper-la-casa-di-riposo-di-villanova-56e6c3ca53b0a2.jpg
Il presidente Violato con il sindaco Giordano al taglio del nastro della Casa di riposo
Scade il 29 febbraio prossimo il bando di gara per la ricerca di un nuovo gestore alla Casa di Riposo San Giovanni Evangelista di Villanova. L'attuale contratto, stipulato con procedura d'emergenza nell'agosto 2014, è di fatto scaduto lo scorso 31 gennaio e la Cooperativa Il Faro, che ha in questi mesi gestito in global service la casa di riposo villanovese, si trova ora in fase di proroga contrattuale, ma solo sino al 31 marzo prossimo.

«Dopo,- spiega il presidente del CdA Mauro Violato - potrebbe anche succedere che, per assurdo, a gestire il San Giovanni Evangelista sia una ditta inglese, o magari spagnola. Il bando aperto è per legge un bando europeo, cui tutti coloro che hanno i requisiti possono ovviamente partecipare, compreso chiaramente, se lo riterrà opportuno, anche Il Faro, entrato a gestire la struttura quando fummo costretti a cercare d'urgenza un sostituto alla precedente cooperativa, dimissionaria dall'incarico. Le buste con le varie offerte, per il nuovo bando dovranno pervenire entro il 29 febbraio, quindi il 4 marzo la commissione di gara, che andremo a nominare nei prossimi giorni, prenderà visione delle offerte pervenute e procederà ad individuare il nuovo gestore, secondo il criterio dell'offerta più vantaggiosa. Questo non significa che si farà la scelta in base all'offerta economica più bassa, anche se questa chiaramente avrà una sua rilevanza, saranno valutati anche il tipo di servizio offerto e le garanzie rese per il suo espletamento e il tutto, ovviamente, partendo dai requisiti minimi richiesti in base al capitolato di gara».

La resa annua dell'istituto, considerata la completa saturazione dei posti disponibili (20 per persone non autosufficienti e 24 per quelle autosufficienti) si aggira intorno ai 980 mila euro e il nuovo bando assegnerà la gestione per 36 mesi con possibilità di proroga di altri 12. In merito all'attuale numero di ospiti presenti presso il San Giovanni, Violato precisa: «Abbiamo un turnover continuo, grosso modo oscillante intorno alle 40 presenze costanti, con punte pari alla totalità dei posti disponibili. In questo momento gli ospiti sono 41, ma i due o tre in più o in meno sono quasi una costante, legata anche ai ricoveri di sollievo per ospiti che ci vengono inviati direttamente dall'Asl, in base alla convenzione stipulata lo scorso anno e grazie alla quale gli ospiti con i requisiti in regola possono ottenere fino al 50 per cento di integrazione della retta».

Una retta che a Villanova oscilla tra i 1.300 e i 2.350 euro circa a seconda del grado di autosufficienza degli ospiti: «A stabilirla però non siamo noi - precisa il vice presidente della casa di riposo, Lidia Tulino - bensì la Regione Piemonte che è poi quella che tramite l'Asl eroga anche le integrazioni alle rette per le persone meno abbienti». Oltre ai 44 posti letto già citati, il San Giovanni Evangelista conta anche 10 posti disponibili per il servizio diurno, con un letto d'appoggio per eventuali emergenze e dal primo gennaio 2016 effettua anche servizio mensa convenzionato per i Carabinieri della Compagnia di Villanova, che possono usufruire, su prenotazione, del servizio mensa in sala riservata e predisposta allo scopo, sia a pranzo, dalle 12 alle 14, che a cena, dalle 18 alle 20, sette giorni su sette.

Franco Cravero

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport