Cultura e Spettacoli
Asti

Scintille di teatro aspettando il Festival di Asti

Stampa Home
Articolo pubblicato il 20/06/2016 alle ore 17:01.
Scintille di teatro aspettando il Festival di Asti 3
La compagnia Teatro presente

Un assaggio di Asti Teatro 2016 o il futuro dello stesso festival? Quale che sia la chiave di lettura, venerdì e sabato Scintille ha lasciato il segno con i suoi otto spettacoli di nuova creatività teatrale. A ogni compagnia era concesso un cortile del centro storico e venti minuti per convincere pubblico e giuria.

E per la prima volta in sette edizioni, si è deciso di premiare ex aequo due progetti: lo spettacolo “Phoebus Kartell” della compagnia Servo Muto e “The hard way to understand the each other” di Compagnia Teatro Presente. «La decisione è stata presa all’unanimità - spiega il direttore artistico Emilio Russo - anche in relazione al gradimento del pubblico: i due spettacoli sono risultati i più votati in misura sostanzialmente paritaria.»

Per entrambi i premiati, la giuria ha ritenuto che la qualità e la determinazione degli interpreti, della regia e della drammaturgia, l’originalità dello stile narrativo, «siano in grado di proiettare le compagnie Servo Muto e Teatro Presente tra le proposte più interessanti della creatività giovanile, risultando entrambe meritorie di sostegno e visibilità». Oltre a un contributo economico, i due progetti otterranno la possibilità di rappresentare lo spettacolo nelle stagioni teatrali 2016/2017 di Asti e del Teatro Menotti di Milano.

Menzione speciale allo spettacolo “Cookies”: la giuria ha deciso di conferire una menzione speciale al musical della compagnia Tweet Charity. Intanto la città si prepara a un cambio di palco con l’inizio del festival Asti Teatro 38. Venerdì l’anteprima al Teatro Giraudi: a dieci anni dalla sua scomparsa, si ricorderà Eugenio Guglielminetti con l’inaugurazione del percorso interattivo “La macchina delle illusioni” (ore 18.30); seguirà un ricordo di Antonio Catalano, la lettura “Visioni di teatri possibili” di Chiara Buratti e Patrizia Camatel, quindi la proiezione di “Emozioni e meraviglie”, documentario di Silvio Ciuccetti.

Sabato alle 20 si inizierà a Teatro Alfieri con Paola Quattrini nella commedia “Oggi è già domani”, poi alle 22 al Diavolo Rosso di scena la compagnia PEM-Habitat Teatrali in “Caino Royale” (entrambi ingresso 10 euro, ridotti 7 euro). Dopoteatro nel cortile di Palazzo Ottolenghi a partire dalle 23: Brian Ice - al secolo l’astigiano Fabrizio Rizzolo - condurrà il pubblico in un viaggio indietro nel tempo fino agli anni Ottanta, quando la musica dance made in Italy scalava le classifiche europee. Dj set e musica dal vivo, tutto rigorosamente secondo lo stile dell’epoca (ingresso libero).

e.p.r.

Tags: astiteatro,teatro

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport