Palio
Asti

San Lazzaro, fiducia
rinnovata a "Gingillo"

Stampa Home
Articolo pubblicato il 15/12/2015 alle ore 16:00.
san-lazzaro-fiduciabrrinnovata-a-quotgingilloquot-56e6c0160c40a2.jpg
Giuseppe Zedde, detto Gingillo
Giuseppe Zedde, detto Gingillo, non si muoverà da San Lazzaro. Il fantino tre volte vittorioso in Piazza Alfieri (2004, Torretta; 2008, San Lazzaro e 2013, Torretta) in settimana ha incontrato la dirigenza gialloverde e la sua conferma è diventata ufficiale. Sono così state messe a tacere alcune voci, non granché fondate in verità, che circolavano nell'ambiente paliesco e volevano "Gingillo" impegnato nel prossimo Palio con una nuova casacca. Il Rettore Carlo Biamino ha inteso con questa decisione testimoniare quanto elevate siano le ambizioni del suo Borgo in vista dell'edizione 2016 della corsa.

Giuseppe Zedde vestirà il gialloverde per il terzo anno consecutivo. Nelle due precedenti esperienze fallì l'accesso alla finale nel 2014, mentre riuscì a raggiungerla quest'anno chiudendo poi al quinto posto. Ora il Borgo ad est della città si ricandida con autorevolezza per recitare un ruolo da protagonista nell'edizione che verrà della manifestazione. Asti ma non solo poiché, sempre in ottica futura, Giuseppe Zedde sarà un sicuro protagonista del Palio di Legnano del prossimo maggio, dove difenderà i colori di Sant'Erasmo.

Dopo le ufficializzazioni di Valter Pusceddu alla Torretta e quella di "Gingillo" a San Lazzaro, questo il quadro aggiornato della griglia delle monte: Santa Caterina, Andrea Mari detto Brio; Santa Maria Nuova, Martin Ballesteros detto Pampero; Nizza, Giovanni Atzeni detto Tittìa; Cattedrale, Silvano Mulas detto Voglia; San Damiano, Antonio Siri detto Amsicora; Canelli, Massimo Columbu detto Veleno II; Tanaro, Sandro Gessa; Castell'Alfero, Alberto Ricceri detto Salasso e Baldichieri, Simone Mereu. Non hanno ancora invece ufficializzato il fantino San Silvestro, San Martino San Rocco, San Marzanotto, Don Bosco, Moncalvo, San Secondo, Montechiaro, Viatosto, San Pietro e San Paolo. A breve, se non sorgeranno intoppi di sorta, un paio di Comitati, più precisamente un Comune ed un Borgo cittadino, dovrebbero sciogliere i dubbi e rendere ufficiali le loro scelte.

m.e.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport