Eventi e Weekend
Asti

Salpata la 12a crociera della Nuova Provincia

Stampa Home
Articolo pubblicato il 09/10/2015 alle ore 15:00.
salpata-la-12a-crociera-della-nuova-provincia-56e6a87c3645b2.jpg
I crocieristi in partenza
Mercoledì scorso, in prima mattinata, è partito il gruppo di astigiani che prenderà parte al “tour del Mediterraneo” organizzato dalla Nuova Provincia in collaborazione con l’agenzia viaggi Cala Major. Si tratta della dodicesima crociera organizzata dal nostro giornale per i suoi lettori, che ogni anno rispondono numerosi nonostante il momento di crisi che tutta l’Europa sta attraversando. La partenza è avvenuta alle 7 da piazza Campo del Palio. Il gruppo è partito alla volta di La Spezia, dove ad attenderlo c’era la nave “Divina” della Msc, l’ammiraglia della compagnia di navigazione, unica interamente italiana. Prima di imbarcarsi, però, il gruppo degli astigiani ha effettuato un’escursione a Sarzana, una bellissima cittadina ligure, conosciuta proprio per il suo borgo medioevale, tra i più belli d’Italia. La visita e poi l’imbarco, la corsa verso il self service per il primo pranzo a bordo e poi in giro per la nave per conoscere a fondo le sue mille bellezze e tutti i suoi infiniti servizi.

La nave è rimasta in porto tutto il giorno e buona parte della notte. Gli astigiani, come tutti gli altri croceristi, hanno avuto la possibilità di scendere dalla nave più volte. Di giorno e anche di notte. La partenza è avvenuta alle 2 e la nave ha fatto rotta verso Cannes, prima tappa del viaggio per mare. La città è stata raggiunta da una violenta “bomba d’acqua” a cui ha fatto seguito una tromba d’aria e l’allagamento delle strade. Una vera e propria alluvione che ha causato oltre 15 morti. Come prima tappa non c’è che dire, una città conosciuta per la sua bellezza, ma visitata dagli astigiani in un momento di grande difficoltà. Le altre tappe della crociera sono Palma de Maiorca, Barcellona. Poi, dopo un giorno di navigazione, la nave arriverà a Malta, passando proprio nelle rotte seguite dai barconi dei profughi. Chissà che non si debba soccorrere qualche carretta del mare in difficoltà.

Il viaggio poi proseguirà per Corfù, per fare ritorno, in seguito, nel territorio italiano con alcune tappe interessanti quale quelle di Messina, Napoli e Civitavecchia, per un salto a Roma. Dopo dieci notti si ritornerà a La Spezia per la chiusura della crociera e l’arrivederci al prossimo anno. Durante il viaggio verranno redatti due diari di bordo con tanto di fotografie e di articoli che racconteranno le avventure dei nostri naviganti a bordo e durante le escursioni. Il diario di bordo verrà distribuito, okltre che in edicola con il giornale,anche in tutte le cabine degli astigiani affinché i croceristi possano leggere in diretta gli scritti e vedere le loro fotografie. Confidando nella bontà degli “dei del mare” i croceristi sono partiti animati da un grande entusiasmo, per la bellezza dell’itinerario, ma anche per la bellezza della nave, che è veramente il meglio che in questo momento si possa chiedere ad una compagnia di navigazione.

Flavio Duretto

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport