Cultura e Spettacoli
Asti

Rocco Hunt, Arbore, Ezio Bosso: Astimusica si svela

In tutto 13 concerti, molti dei quali gratuiti. A giorni il calendario con tutti gli ospiti

Stampa Home
Articolo pubblicato il 04/04/2016 alle ore 18:57.
Rocco Hunt, Arbore, Ezio Bosso: Astimusica si svela
Rocco Hunt, Arbore, Ezio Bosso: Astimusica si svela

Le dolci serate estive con la musica in piazza Cattedrale sono lontane ancora tre mesi. Eppure ieri Comune e Asp hanno rilasciato le prime informazioni su Astimusica 2016, anticipando i nomi dei principali ospiti attesi sul palco: il pianista Ezio Bosso (8 luglio, biglietti da 20 a 40 euro), il rapper Rocco Hunt (9 luglio, 15 euro), Al Bano (13 luglio, da 20 a 30 euro), i vincitori di Area Sanremo 2016 Miele e Mahmood (14 luglio, ingresso libero), Renzo Arbore (19 luglio, da 20 a 50 euro). Molti altri nomi si aggiungeranno quando verrà svelato il calendario completo, che si dipanerà tra l’8 e il 19 luglio. In tutto 13 concerti, molti dei quali a ingresso libero.

«Anche la musica dal vivo sta passando un momento di crisi - ha esordito Massimo Cotto, assessore alla Cultura e direttore artistico del festival - e abbiamo riflettuto molto su quale tipo di calendario organizzare. Così abbiamo posto alcuni punti fermi, intorno al quale abbiamo costruito l’edizione di quest’anno: l’eleganza di Bosso, la popolarità della musica di Arbore, l’apertura verso il mondo del rap con Rocco Hunt, infine con Al Bano la concessione a un tipo di musica che qui finora aveva trovato poco spazio.» Nella visione di Cotto, Astimusica deve continuare a essere un luogo in cui ritrovarsi nelle sere d’estate, con la possibilità di ascoltare concerti dal vivo «i cui biglietti sono i più economici d’Italia», chiosa l’Assessore. Dal punto di vista organizzativo si ripete la formula dello scorso anno, con l’Asp che investirà circa 250mila euro nella manifestazione, con l’obiettivo di rientrare della spesa grazie ai biglietti venduti e agli sponsor.

«La gestione dello scorso anno è stata efficace e l’azienda non ci ha rimesso - il commento del sindaco Brignolo - quest’anno rilanciamo il binomio azienda-cultura, con un’Asp che non si limita a erogare servizi ma entra anche nella vita culturale dei cittadini.» L’obiettivo sarà anche quello di far riscoprire a residenti e turisti gli spazi meno conosciuti di Asti. «Ecco perché il 4 luglio Astimusica vivrà un’anteprima nel cortile del Michelerio, uno spazio condiviso con il Museo Paleontologico, dove suonerà il trio Accordi Disaccordi», hanno chiarito i vertici Asp Beccuti e Golzio.

La novità di quest’anno sarà una serata dedicata al “Premio d’autore Città di Asti”, organizzato dall’associazione Elinor con il Comune, iniziativa che vuole dare l’opportunità di emergere a giovani musicisti. Per il vincitore, in palio un posto sul palco del Festival di musica italiana a New York in programma a settembre. Le prevendite saranno aperte dalla fine della prossima settimana, mentre è già stata confermata la cooperazione con soggetti come l’etichetta Libellula Music e il Circolo Filarmonico. Il palco quest’anno sarà allestito sul lato ovest di piazza Cattedrale, quello opposto rispetto al campanile: lo stesso schema che era stato seguito nel 2015 per ospitare il concerto di Paolo Conte.

Enrico Panirossi

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport