Attualità
Moncalvo e nord
tutti i comuni

Quel chilometro e mezzo in più
per aiutare Ali e gli altri studenti

Stampa Home
Articolo pubblicato il 12/01/2016 alle ore 14:00.
quel-chilometro-e-mezzo-in-piubrper-aiutare-ali-e-gli-altri-studenti-56e6c1cb073122.jpg
La classe di Ali. Il giovane, con la maglietta gialla, è stato al centro di un caso mediatico per la difficoltà riscontrata nel raggiungere la scuola di castelnuovo don bosco
A partire da ieri, lunedì, la società di autobus di linea Vigobus ha esteso il servizio di trasporto spostando il capolinea della tratta Castelnuovo Don Bosco – Asti da piazza Don Bosco al Bivio Buttigliera/Becchi – scuole. Un chilometro e mezzo in più capace di fare la differenza per molti studenti che frequentano l’istituto professionale Andriano e che chiude la spinosissima questione dei due ragazzi stranieri (di 14 e 20 anni) iscritti all’istituto professionale e impossibilitati a usufruire del servizio scuolabus da Passerano a Castelnuovo Don Bosco, perché riservato agli studenti di elementari e medie di età inferiore ai 16 anni.

I disagi dovuti alla mancanza, fino a ieri, di un servizio di trasporto pubblico fino all’istituto superiore, accomunava un po’ tutti i ragazzi in zona, ma la questione è esplosa con la vicenda Ali. Di origine bengalese, Ali Ramjan, è uno dei tanti giovani profughi richiedente asilo arrivati in Italia nel luglio 2014. Ospitato prima all’Ostello di Capriglio e poi a Passerano, in attesa che le commissioni si esprimano sul suo status di rifugiato, senza il quale non può essere assunto regolarmente, Ali ha trovato nell’Andriano l’opportunità di proseguire gli studi dopo il ciclo di elementari e medie iniziato a Casa Margherita a Capriglio. Iscritto al primo anno dell’istituto professionale, da settembre, ogni mattina ha dovuto arrangiarsi per raggiungere la scuola talvolta in bicicletta, altre affidandosi ai passaggi in auto della presidente dell’Ecomuseo Basso Monferrato, Elisabetta Serra, degli operatori delle case di accoglienza e del vicesindaco di Passerano, diretto alla stazione di Villanova per andare a lavorare. Stesse difficoltà per l’altro ragazzo straniero, un peruviano di 14 anni da molti anni residente a Passerano, accompagnato a scuola dal padre diretto al lavoro a Torino, due ore prima della campanella.

Dopo una serie di incontri tra le amministrazioni comunali di Cocconato, Piovà, Aramengo e Passerano, convenzionati per il trasporto scuolabus, ed esclusa la possibilità di utilizzare il mezzo omologato solo per i bambini frequentanti elementari e medie, si è optato per il coinvolgimento della società di autobus di linea Vigobus con la quale si è raggiunto l’accordo per l’aggiunta di una fermata in prossimità della scuola superiore. La definizione degli orari è ancora in fase di valutazione ma, grazie alla disponibilità della scuola per la concessione di eventuali permessi, tutti i ragazzi residenti nei comuni compresi tra Asti e Castelnuovo, e non solo Ali, possono ora godere di un servizio in più.

Marzia Barosso

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport