Attualità
Asti

Quattro nuovi cavalieri della Repubblica

Stampa Home
Articolo pubblicato il 20/12/2017 alle ore 08:49.
Quattro nuovi cavalieri della Repubblica 3
I premiati insieme ai rappresentanti dello Stato

Asti ha quattro nuovi cavalieri della Repubblica. La cerimonia di consegna dei diplomi e delle onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana è avvenuta martedì mattina a Palazzo Alfieri dove il Prefetto, il dottor Paolo Formicola, ha accolto le autorità cittadine e i famigliari dei quattro nuovi insigniti.

«Queste onorificenze sono il segno riconoscente della Comunità per l’alto contributo profuso nei vostri campi di attività – ha detto il Prefetto agli insigniti – Fare il proprio dovere si presenta come una lezione di grande dignità e di grande speranza. Soprattutto quando è portata avanti ogni giorno con un lavoro onesto, con una retta coscienza civica, con la ricerca del bene comune, con un costante impegno su fronti difficili con un saldo esercizio di normale responsabilità».

In platea anche i quattro sindaci dei paesi in cui gli insigniti risiedono; sono stati loro, insieme al Prefetto a consegnare i diplomi.

Il primo a ricevere l’onorificenza di Cavaliere è stato Livio Gramaglia, agricoltore di Buttigliera d’Asti ora in pensione. Gramaglia ha lavorato per tutta la vita la terra e ha condotto l’allevamento di bovini che, oggi, ha passato al figlio. Una famiglia grande, quella di Gramaglia, con 5 figli che gli fanno luccicare gli occhi. «Quando ci ritroviamo tutti, fra figli, nuore, generi e nipoti, siamo in venti a tavola» dice con orgoglio. Lo stesso con il quale ha ricevuto il diploma dalle mani del suo sindaco, Francesca Capellino.

E’ stato invece il sindaco di Monastero Bormida Ambrogio Spiota a consegnare l’onorificenza a Roberto Ravazza, capitano della Guardia di Finanza in passato comandante della Compagnia di Pinerolo e oggi capo ufficio del Comando del Nucleo di Polizia Tributaria di Torino.

L’onorificenza di ufficiale della Repubblica è andata a Vincenzo Soverino, di Baldichieri, una vita spesa per migliorare la qualità della vita delle persone disabili. Dal 2012 al 2017 è stato anche consulente dell’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Asti e dal 1.mo gennaio continuerà la sua opera presso i comuni di Baldichieri, Villafranca e Villanova a titolo gratuito. Con lui, a ricevere il premio, il suo vice sindaco Paolo Borgnino.

E poi l’onorificenza più importante, quella di grande ufficiale che è andata al professor Giorgio Calabrese, noto medico nutrizionista che ha rivestito importanti incarichi anche internazionali nell’ambito della sicurezza alimentare. E’ presidente del Dipartimento di Ricerca Scientifica della Fondazione Internazionale Luigi Einaudi e svolge attività di docente universitario di Dietetica e Nutrizione Umana. Squadre ed atleti di alto livello si avvalgono delle sue consulenze ed è autore di scritti a carattere scientifico e divulgativo. La consegna è avvenuta alla presenza del sindaco di Asti, Maurizio Rasero.

Il Prefetto, nel salutare la platea, ha ricordato il senso profondo della quotidianità dell’impegno dei cittadini. «Questi riconoscimenti – ha detto – sono anche una risposta limpida a chi, ricorrendo frettolosamente alla parola “eroismo”, abbassa l’asticella del significato alto e nobile della parola “dovere”».

d.p.

Tags: onorificenze repubblica italiana,Prefettura di Asti,asti

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport