Cultura e Spettacoli
Asti

Pyram Band e La Curva Di Lesmo,
tra De Andrè e progressive rock

Stampa Home
Articolo pubblicato il 08/01/2016 alle ore 15:00.
pyram-band-e-la-curva-di-lesmobrtra-de-andre-e-progressive-rock-56e6c18b916bc2.jpg
Stefano Agnini e Fabio Zuffanti: La Curva Di Lesmo
Il primo weekend 2016 del Diavolo Rosso si apre questa sera, venerdì, con il tributo dei Pyram Band a Fabrizio De Andrè. Il gruppo, attivo dal 1993, porta nel locale di piazza San Martino il proprio omaggio all'estro creativo di Faber proponendo in modo personale brani scelti fra centinaia di capolavori grazie a un minuzioso lavoro di studio e arrangiamento.

Domenica invece si presenta La Curva Di Lesmo, progetto progressive rock di Stefano Agnini (compositore e tastierista del gruppo La Coscienza Di Zeno) e Fabio Zuffanti (già con Finisterre, Höstsonaten e La Maschera Di Cera tra gli altri). A partire dalle 20, il critico e saggista musicale Maurizio Marino intervisterà i due musicisti sulla genesi compositiva del disco, "La Curva Di Lesmo", e sulle curiosità legate alla sua realizzazione. La presentazione sarà inframmezzata da un breve set acustico che vedrà come ospite sul palco la cantautrice indie rock bolognese Beatrice Antolini, la cui voce è protagonista nel brano "La Posa Dei Morti". Il nome del progetto di Agnini e Zuffanti si ispira alla prima storia a fumetti (risalente al 1965) in cui appare il personaggio di Valentina di Guido Crepax, mentre le influenze musicali riprendono le correnti più esoteriche del progressive rock italiano e internazionale. Info www.diavolorosso.it o 339/5641302.

l.g.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport