Attualità
Asti

Più severità contro mafie e corruzione

Stampa Home
Articolo pubblicato il 09/03/2017 alle ore 08:48.
Più severità contro mafie e corruzione 3
Asti lancia l'appello chiedendo più severità contro mafie e corruzione

Approvare rapidamente e prima della fine dell’attuale legislatura le misure riguardanti gli amministratori locali minacciati ed intimiditi, le modifiche alla normativa in materia di beni ed aziende confiscate alle mafie, la riforma di alcuni istituti del processo penale, le misure di contrasto alla criminalità nel settore del gioco d’azzardo e quelle a favore dei testimoni di giustizia. Sono queste alcune delle richieste contenute nell’Appello, sottoscritto dalle Associazioni Avviso Pubblico, Libera, Legambiente e dai Sindacati (Cgil, Cisl e Uil), inviato ai Capigruppo di Camera e Senato delle varie forze politiche, ai Presidenti dei due rami del Parlamento, al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio dei Ministri e ai Presidenti delle Commissioni Antimafia, Giustizia e Affari Costituzionali.

Si tratta di progetti di legge per molti dei quali l’iter è già in uno stato avanzato di discussione ed in attesa di approvazione definitiva.

Asti, che aderisce all’Associazione “Avviso Pubblico”, ha approvato il provvedimento di pieno sostegno all’Appello, con una delibera della Giunta Comunale del 7 marzo, che verrà inoltrata ai competenti vertici dello Stato.

 Proprio nei giorni scorsi il Parlamento ha decretato il 21 marzo come Giornata nazionale della memoria in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

In tale prossima ricorrenza il Vicesindaco Davide Arri rappresenterà la Città di Asti a Verbania, ove si terrà l’edizione regionale della giornata, quest’anno dedicata alla figura dell’Avv. Giorgio Ambrosoli, al quale l’Amministrazione Comunale nel 2015 ha intitolato l’area esterna della Casa di Reclusione di Quarto d’Asti e dedicato la Giornata della Trasparenza.

«La lotta alle mafie ed alla corruzione necessita di strumenti moderni ed efficaci a difesa dei cittadini onesti, degli amministratori intimiditi e delle Istituzioni – afferma il vice sindaco Davide Arri – e la Città di Asti sta facendo la sua parte in questa azione strategica per il futuro e lo sviluppo socio-economico del Paese».    

Tags: asti,lotta alla mafia,comune di asti

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport