Attualità
Asti

Più belle e sicure: ecco le scuole "rifatte"

Stampa Home
Articolo pubblicato il 02/09/2016 alle ore 08:00.
Più belle e sicure: ecco le scuole "rifatte" 3
Il sindaco di Asti Fabrizio Brignolo con l'assessore ai lavori pubblici Alberto Ghigo

Mancano dieci giorni alla riapertura delle scuole e, in diversi plessi di Asti, procedono a ritmo serrato i lavori per la ristrutturazione, ampliamento di aule e interventi su intonaci, trattamento dei bagni e sull’impiantistica previsto da un cronoprogramma voluto dall’amministrazione comunale. Il sindaco Brignolo, l’assessore ai lavori pubblici Ghigo, il consigliere delegato Viarengo e il tecnico comunale Bianco, hanno effettuato un sopralluogo, mercoledì mattina, in alcune delle scuole per visionare lo stato di avanzamento dei lavori. Con loro hanno invitato i giornalisti per analizzare i risultati ottenuti e spiegare, nel dettaglio, quanto è stato fatto per migliorare le infrastrutture scolastiche di competenza dell’Ente.

Scuola dell’infanzia “Boschetto”

La materna che si trova nel bosco dei Partigiani è stata oggetto di un importante intervento che ha permesso di rifare completamente il tetto (100 mila euro), la zoccolatura in pietra all’esterno dell’edificio e dove sono stati finanziati lavori per sistemare, sempre sulla facciata, l’intonaco ammalorato. All’interno sono state rifatte le tinteggiature (un lavoro già iniziato in precedenza), i controsoffitti ed è stato disposto il trattamento antiscivolo nei bagni dopo la loro ristrutturazione.

Scuola dell’infanzia “Cattedrale”

Alcuni anni fa un gruppo di genitori della scuola presentò al sindaco Brignolo una petizione per chiedere di rifare il cortile della scuola materna Cattedrale dove si segnalavano dislivelli sul manto dovuti ad una crescita incontrollata delle radici di alcuni alberi. L’amministrazione comunale, dopo aver sistemato il pavimento interno delle aule durante l’estate 2015, si è fatta carico del problema del cortile e l’ha risolto una volta per tutte effettuando il rifacimento dell’asfalto e la rimozione di due piante le cui radici avrebbero di certo spaccato la nuova pavimentazione. In questo caso i lavori sono costati 8.000 euro più iva.

Scuola primaria “Rio Crosio”
E’ in dirittura di arrivo anche l’intervento nella scuola primaria “Rio Crosio” che ospita una sezione della materna “XXV Aprile”. Qui, proprio nell’ala che accoglie i bambini più piccoli, si stanno ultimando i lavori per la sezione in più (aula, servizi igienici e raddoppio dei locali complementari) per un costo complessivo di circa 35.000 euro più iva. Analogo intervento è in corso nei locali della scuola “Cagni” dove, al piano terra, sta per essere attivata la nuova sezione della scuola dell’infanzia “Santa Caterina”. Anche in questo caso il Comune ha finanziato i lavori di costruzione della nuova aula e dei bagni con circa 35.000 euro più iva.
Entrambi gli interventi di incremento delle sezioni sono direttamente collegati al finanziamento regionale che permetterà di pagare le insegnanti destinate alle nuove, attese, classi. In totale le aule ospiteranno una cinquantina di alunni e andranno a sfoltire la lista d’attesa delle numerose richieste pervenute dalle famiglie che abitano nei quartieri di riferimento delle due scuole.

Scuola primaria “Baussano”

Anche alla scuola primaria “Baussano”, che ospita dieci classi di elementari e quattro di materne, si sta lavorando senza sosta per terminare il cantiere che ha permesso di rifare i pavimenti (delle elementari), il trattamento dei bagni e i lavori di carotaggio su soffitti, pareti e pilastri in vista di un maxi intervento di ristrutturazione, secondo quanto previsto dal Protocollo di Kyoto, che, da febbraio, garantirà alla scuola 1,5 milioni di euro in interventi di coibentazione esterna, sostituzione dei serramenti, installazione di un ascensore e di implementazione della capacità antisismica dell’edificio. «Dallo scorso anno, e quindi ben prima del terremoto, stiamo effettuando controlli statici e controlli sui soffitti e controsoffitti delle scuole della città - hanno spiegato il sindaco e l’assessore - Lo ricordiamo a dimostrazione che la prevenzione e la sicurezza vanno perseguite anche quando non ci sono notizie di eventi eccezionali».

Scuola primaria “Pascoli”

Quasi concluso il cantiere in corso alla Pascoli. Nell’ala della materna sono stati rinforzati i controsoffitti e si stanno rappezzando gli intonaci; ai piani superiori, oltre a questi interventi, è in programma il rifacimento dei bagni e la ritinteggiatura che riguarderà tutto il plesso.
Intanto sono già stati completati ulteriori lavori nella scuola materna di corso Alba (200 mila euro) e alle primarie Dante e Galileo Ferraris per un totale, tra il 2016 e 2017, di ventotto scuole interessate dai lavori di messa in sicurezza, consolidamento e ristrutturazione.
«Un piano organico di interventi per la sicurezza e la vivibilità delle scuole di queste dimensioni non si era mai visto ad Asti - ha poi aggiunto il sindaco - E’ stata una scelta voluta per il bene dei nostri ragazzi, che sono il vero futuro della città».

Riccardo Santagati

Tags: lavori pubblici,asti,scuole

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport