Cronaca
Asti

Per gioco un pugno in faccia a 72enne

Stampa Home
Articolo pubblicato il 29/08/2017 alle ore 08:24.
Per gioco un pugno in faccia a 72enne 3
Per gioco un pugno in faccia a 72enne (foto di repertorio)

Un’idiozia criminale che può causare gravissimi danni e contro la quale nessuno è al sicuro. Parliamo del “knockout game”, una “moda” importata dagli Stati Uniti dove il termine “gioco” nasconde una forma di violenza e di bullismo elevata all’ennesima potenza.

Lo sa bene un astigiano di 72 anni, B. B. che è stato vittima di questo pericoloso fenomeno. L’uomo, che ha difficoltà a deambulare a causa di un ictus che lo ha colpito circa un anno fa, stava rincasando in via Scotti, ad Asti quando è stato aggredito e, in pochi istanti, è finito a terra gravemente ferito.

«Ancora adesso devo capire se ci fosse solo quello che mi ha colpito o se fossero più di uno. E’ stato tutto così veloce». B. B. si ricorda bene di non aver visto nessuno nei pressi del portone del condominio in cui abita.

«Ne sono sicuro perchè a causa dell’ictus devo camminare con il bastone e muovermi lentamente, così, prima di attraversare la strada, guardo sempre molto bene che non arrivino auto per non rischiare di trovarmi in pericolo, non essendo più in grado di allungare il passo in caso di necessità. E non c’era nessuno, nè sul marciapiede in cui mi trovavo io, nè su quello opposto. Ho attraversato e, arrivato davanti al portone di casa, ho appoggiato il bastone al muro per prendere le chiavi e aprire. Avevo già le chiavi in mano quando ho alzato gli occhi e ho visto solo arrivare un pugno che mi ha colpito in pieno viso».

Continua la lettura sul giornale in edicola, o acquista la tua copia digitale

Daniela Peira

Tags: knockout game,asti,aggressione

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport