Palio
Asti

Palio, per Valter Pusceddu
è stata un'annata magica

Stampa Home
Articolo pubblicato il 06/10/2015 alle ore 16:00.
palio-per-valter-pusceddubre-stata-un39annata-magica-56e6a849a45772.jpg
Valter Pusceddu taglia il traguardo: il Palio 2015 è di San Paolo
E' andata in archivio la stagione dei Palii e delle corse in provincia 2015. Riviviamola attraverso l'esito dei più importanti appuntamenti dell'annata. A partire da Buti, località dove si svolge la competizione che apre ufficialmente il calendario stagionale. Ad imporsi nella circostanza è stato Angelo Cucinella, fantino della Contrada San Michele. Annullato il Palio di Bomarzo, l'attenzione degli appassionati è poi andata concentrandosi sui Palii di fine maggio. In contemporanea si è gareggiato a Legnano e a Ferrara. Nella città emiliana, protagonisti i mezzosangue, ad imporsi è stato Alessio Migheli, detto Girolamo, che ha fatto esultare i borghigiani di San Giacomo, mentre a Legnano, interrompendo un'attesa che durava da 21 anni, al termine di un Palio risoltosi sul palo la Contrada di Legnarello ha preceduto d'un soffio quella di Sant'Ambrogio.

La monta dei giallorossi era Giovani Atzeni, detto Tittìa, mentre i gialloverdi giunti secondi proponevano quale fantino Andrea Mari, detto Brio. A Fucecchio, al termine di un Palio aspramente combattuto, Simone Mereu ha portato alla vittoria la Contrada della Querciola, bissando il trionfo ottenuto l'anno precedente. Da Fucecchio si è passati agli appuntamenti di Castiglion Fiorentino e Bientina. Nel Palio svoltosi nella cittadina aretina primo centro della stagione per Valter Pusceddu, detto Bighino, che vestiva il giubbetto della Contrada Cassero. Il fantino di Ponte a Tressa si è ripetuto a Bientina, competizione in cui ha difeso i colori della Forra. Il 2 luglio è andato in scena il primo dei due Palii senesi, dedicato alla Madonna di Provenzano. Grande prestazione in Piazza del Campo di un superbo Andrea Mari, detto Brio, perfetto interprete di Morosita Prima per la Contrada della Torre.

Ad intervallare le due carriere senesi è stato come ogni anno il Palio di Feltre, vinto nel 2015 da Adrian Topalli per la Contrada Castello. Il 16 agosto sotto la Torre del Mangia è stata invece la grande giornata di Giovanni Atzeni, detto Tittìa, che montava il mezzosangue Polonski con indosso il giubbetto della Selva. Prima della corsa astigiana di Piazza Alfieri del 20 settembre, gli appassionati e gli addetti ai lavori hanno rivolto le loro attenzioni alle competizioni in calendario a Piancastagnaio e a Castel del Piano. Nella località della provincia senese ancora alla ribalta Valter Pusceddu, fantino della Contrada Borgo, mentre sulle pendici dell'Amiata la vittoria è stata appannaggio di Giuseppe Zedde, detto Gingillo, ingaggiato per la circostanza dalla Contrada Poggio. Infine Asti, storia recente, dove con una straordinaria dimostrazione di forza "Bighino" ha colto la sua quarta vittoria personale della stagione e regalato il Drappo al Rione San Paolo che non vinceva dal lontano 1993.

Massimo Elia

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport