Palio
Moncalvo e nord
tutti i comuni

Palio, novità nella griglia dei fantini
Castell'Alfero ingaggia Enrico Bruschelli

Stampa Home
Articolo pubblicato il 06/05/2014 alle ore 09:31.
palio-novita-nella-griglia-dei-fantinibrcastell39alfero-ingaggia-enrico-bruschelli-56e67dd5405df2.jpg
Il fantino ingaggiato da Castell'Alfero, Enrico Bruschelli
Altro che tutto fatto! Altro che tutto deciso! A spiazzare il panorama paliesco nostrano ci ha pensato un Rettore esordiente, serio ed entusiasta, uno che non si fa spaventare dalle problematiche e le affronta di petto. Fernando Tognin, Sindaco di Castell’Alfero, sabato sera ha giurato fedeltà al Palio indossando per la prima volta il mantello “bordeaux”, caratteristico riconoscimento dei massimi esponenti dei vari Comitati. Tognin sta lavorando intensamente. E per dimostrare che il suo paese scenderà in piazza a settembre non per onor di firma ma con intenzioni ed obiettivi di spicco ha ufficializzato l’ingaggio di Enrico Bruschelli, figlio del grande Gigi, che il prossimo 21 settembre indosserà la casacca di Tanaro.

La scelta operata da Tognin è sorprendente e viene a modificare la griglia delle monte da molti addetti ai lavori ormai data per consolidata. Al Sindaco e neo Rettore abbiamo chiesto di motivare la decisione. «E’ stata una scelta dettata da una precisa situazione che è venuta a crearsi. Avevamo bisogno di un fantino ambizioso e di un cavallo competitivo. Enrico è un ragazzo serio, gran lavoratore, cresciuto alla scuola del migliore dei maestri. Lavora in una scuderia che in ambito paliesco credo non sia seconda a nessun’ altra. Abbiamo già anche individuato un purosangue che potrebbe fare al caso nostro nella corsa del prossimo settembre, Il Blasco, esemplare già visto all’opera ad Asti. Con la scuderia Bruschelli quanto a cavalli siamo coperti in tutti i sensi, nel caso si rendesse necessario reperire un’alternativa».

Molti davano per fatto l’accordo con Sebastiano Murtas, invece.. «Io non l’ho mai detto - prosegue Tognin - io non ho mai parlato di Murtas come fantino di Castell’Alfero. Alcuni organi di informazione prima ci hanno attribuito Murtas quale monta, poi Cabiddu. Tutto inventato e soprattutto due nomi mai usciti dalla mia bocca. Enrico è la nostra scelta. Voglio che la gente di Castell’Alfero si riavvicini al Comitato, che rinasca l’entusiasmo di un tempo». Signor Sindaco, quando il Palio sarà schierato in campo in prima linea allora ci sarà pure Castell’Alfero.. «Sicuramente. E ricordo a tutti i nostri sostenitori e a chi vuole avvicinarsi al Comitato che già sabato alle 19 e 30, nel Palazzo Comunale, vi sarà la presentazione ufficiale di Enrico Bruschelli. Spero vi sia una grande partecipazione».

Massimo Elia

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport