Palio
Asti

Palio dell'Amicizia: il premio attribuito
al "Gruppo del Capitano"

Stampa Home
Articolo pubblicato il 21/10/2015 alle ore 12:18.
palio-dell39amicizia-il-premio-attribuitobral-quotgruppo-del-capitanoquot-56e6bc659b7ac2.jpg
Il gruppo dei premiati
Una splendida e toccante cerimonia. Splendida nella sua semplicità, toccante per il valore che riveste fin dalla sua prima edizione. Nel tardo pomeriggio di sabato il Borgo Don Bosco, presieduto dal Rettore Marco Scassa, ha consegnato il "Palio dell'Amicizia 2015", riconoscimento giunto quest'anno alla 17ª edizione. Il premio venne istituito alla fine degli anni Novanta per volontà di Maddalena Spessa, Rettore storico e da sempre figura di riferimento del Comitato gialloblu.

Maddalena, come ricordato da Beppe Giannini, conduttore con garbo e sensibilità dell'appuntamento di sabato, dopo aver superato un momento assai difficile della sua vita, decise di ringraziare gli esponenti del suo Borgo che l'avevano sostenuta attribuendo loro un simbolico riconoscimento. Nacque allora il "Palio dell'Amicizia", diventato negli anni a seguire un premio alla bontà e all'aiuto verso i bisognosi rivolto a tutto il mondo del Palio. L'anno passato fu Giovanni Spandonaro, Rettore del Borgo Torretta, a ritirarlo, in ricordo delle virtù e delle doti altruistiche del compianto figlio Paolo. A sottolinearle fu il Comitato torrettese in una lettera inviata al Borgo organizzatore. C'era grande curiosità fra i presenti alla cerimonia di sabato scorso per scoprire a chi sarebbe andato il riconoscimento 2015.

Un verdetto tenuto nascosto fino all'ultimo e poi svelato con la piena approvazione degli intervenuti, tutti concordi con la decisione della giuria. Il "Palio dell'Amicizia 2015" è stato attribuito al Gruppo del Capitano del Palio, presente con tutti i suoi effettivi (Enzo Clerico in testa) alla cerimonia di consegna. Questa la motivazione del premio: "Si corre il Palio, si corre il Palio, Astigiani… Asti corre il suo Palio! Un brivido percorre ognuno di noi, in un attimo la fatica, la tensione il lavoro di un anno lasciano il posto ad un'unica grande emozione! Ad ogni galoppo il cuore ha un tuffo.... Tutti quanti rapiti in un unico sguardo cavalchiamo idealmente con il nostro Capitano e il suo fantastico Gruppo… L'ovazione sale, i mantelli dei Cavalieri aleggiano nell'aria… Questi uomini portano un messaggio, un messaggio di gioia, un messaggio di AMICIZIA. Amicizia che Enzo Clerico, i suoi Magistrati ed i suoi Cavalieri portano tutto l‘anno in tutti i Comitati. Nei momenti di gioia e nei momenti di dolore."

Il premio, consistente in un simbolico Drappo di limitate dimensioni, è opera dell'artista Filippo Pinsoglio. Significative le parole di una commossa Maddalena Spessa, che ha introdotto la serata e ne ha sottolineato l'importanza, così come apprezzato è stato l'intervento del Rettore del Borgo organizzatore Marco Scassa, che con toni simpatici ha ironicamente ringraziato il Capitano del Palio per l'ammonizione attribuita al fantino gialloblu Gianluca Fais. «Ti abbiamo premiato - ha affermato Scassa rivolto a Clerico - nonostante l'ammonizione che ci hai comminato.» Il Capitano, nella circostanza, ha ribadito la propria intenzione di passare la mano e di non volersi più candidare per il 2016. A nulla è valso l'intervento del Sindaco Brignolo che ha provato a convincerlo a recedere dalla sua decisione. Tentativo però andato a vuoto. Il festoso pomeriggio si è chiuso con un rinfresco e con l'appuntamento all'edizione 2016, quando il "Palio dell'Amicizia" raggiungerà la maggiore età. Un traguardo davvero prestigioso!

Massimo Elia

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport