Sport
Asti

Orange sotto tono
Solo un pari con la Lazio

Stampa Home
Articolo pubblicato il 20/10/2015 alle ore 07:00.
orange-sotto-tonobrsolo-un-pari-con-la-lazio-56e6bc3d9b4eb2.jpg
Manoel Crema
Il bicchiere è mezzo vuoto in terra capitolina. Pareggio amaro per l’Orange Futsal contro la Lazio fanalino di coda della massima serie di calcio a 5. Un 1 a 1 caratterizzato dalla costante supremazie territoriale degli ospiti, incapaci però di chiudere i conti in anticipo e beffati nel finale di partita da un rocambolesco sigillo degli uomini di Mannino. In terra capitolina Torras e compagni dominano per larghi tratti la gara ma vengono raggiunti all’ultimo minuto dagli antagonisti di giornata.

La cronaca
In terra laziale coach Cafù schiera tra i pali Luca Casalone, concedendo un turno di riposo a Mirko Casassa, e fa esordire in campionato il veterano Patrick Nora. Sono indisponibili il pivot Chimanguinho e capitan Ramon. Prima parte di gara caratterizzata dal predominio piemontese: gli astigiani attaccano, la Lazio stringe i denti e difende la parità. Nel finale di frazione, tuttavia, è bravo Casalone, che neutralizza un tiro libero degli avversari con Gioia. Il canovaccio della partita non varia nella ripresa: orange sempre all’attacco e capaci di portarsi a condurre le danze al termine di una bella trama offensiva sul pivot: conclude Jordi Torras, è bravo Manoel Crema, di rapina, a battere Leofreddi per l’1-0. I nero-arancio dopo aver realizzato il vantaggio sfiorano più volte il raddoppio: oltre a diverse occasioni gol, vanno sottolineati i “legni” colpiti da Bertoni e De Oliveira. La gara sembra in pugno ma un contrasto fortuito tra Casalone e un calciatore biancoceleste permette alla Lazio di impattare con Pol Pacheco. A 15” dalla sirena gli ospiti hanno la palla del successo, tuttavia la conclusione di Patrick Nora esce a lato di un soffio.

Il migliore
Manoel Crema si è inserito alla perfezione negli schemi di coach Cafù: dà rapidità ed estro alla manovra nero-arancio e si fa sentire sotto porta. Sua la zampata del vantaggio ospite, peccato non sia servita a conquistare i tre punti. Pungente.

Le altre partite
Fa notizia il k.o. del Corigliano, soprattutto per le dimensioni: non aveva mai perso, la squadra di Toscano, che cade 8-0 al PalaBrillia contro un’Acqua&Sapone Emmegross irresistibile. E’ uno show, quello della squadra di Bellarte, che sale al terzo posto, a -2 dalla capolista e con una partita in meno. Il protagonista è Jonas: l’ex Marca, Pescara e Asti segna quattro reti. L’altra vittoria larga della giornata è quella della Carlisport Cogianco, che al PalaCesaroni supera 6-1 il Gruppo Fassina Luparense, alla quarta sconfitta in cinque partite (la terza consecutiva). Ad aprire la quinta giornata erano stati gli anticipi, che hanno sorriso a Montesilvano e Axed Group Latina: al PalaRoma, goleada (6-0) degli abruzzesi di Ricci ai danni dei vicecampioni d’Italia del Kaos Futsal di Capurso, mentre al PalaBianchini arriva la seconda vittoria stagionale dei nerazzurri, che superano 6-3 la Lollo Caffè Napoli.
Nel prossimo turno, il clou della sesta giornata è Orange Futsal-Corigliano; da non perdere neppure il derby abruzzese tra Pescara e Montesilvano e Kaos-Rieti. Completano il quadro Acqua&Sapone-Latina e Napoli-Carlisport Cogianco. Prima, però, c’è la doppia amichevole che la Nazionale di Menichelli giocherà oggi, martedì, e domani, mercoledì, a Prato contro l’Iran.

Davide Chicarella

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport