Sport
Asti

Orange Futsal vs. Acqua&Sapone
Venerdì di gala al Palasanquirico

Stampa Home
Articolo pubblicato il 02/10/2015 alle ore 07:00.
orange-futsal-vs-acquaampsaponebrvenerdi-di-gala-al-palasanquirico-56e6a7fb782212.jpg
Orange Futsal vs. Acqua&SaponeVenerdì di gala al Palasanquirico
Serata di gala al Palasanquirico: l’Orange Futsal questa sera, venerdì, alle 20,50, cerca di agguantare il terzo successo consecutivo sfidando l’Acqua&Sapone Emmegross. Dall’alto del primato solitario, i nero–arancio trovano di fronte a loro una compagine agguerrita, reduce dal turno di riposo, alla ricerca della prima affermazione dopo il 3–3 casalingo con il Lollo Caffè Napoli.

Due i protagonisti più attesi: in maglia abruzzese Jonas, lo scorso anno ad Asti, tra i padroni di casa il pivot Julio De Oliveira, che proprio in Abruzzo lo scorso anno si è conssacrato nell’Olimpo della massima serie. «Sarà per me una grande emozione ritrovare gli ex compagni – esordisce De Oliveira – ho solo ottime parole sulla mia avventura a Città Sant’Angelo – Mister Bellarte mi ha concesso grande fiducia e ho avuto la possibilità di vivere da protagonista la massima serie, non posso far altro che ringraziarli, i miei ricordi dell’Abruzzo sono splendidi». A giudicare dalle impressioni di Julio non è stato facile lasciare l’Acqua&Sapone: «In effetti è così, si fa sempre fatica a cambiare maglia dopo un anno molto positivo. Tornare in orange è stata però la scelta giusta per la mia carriera, una società che conosco, composta da dirigenti seri e ambiziosi. Mi è bastato parlare con il presidente Giovannone e capire che quest’anno il club avrebbe puntato tanto su noi giovani e la scelta poi è diventata immediata. Sono felice di essere tornato».

In questo inizio di campionato stanno facendo benissimo i giovani: Zanella, De Oliveira, Casassa e Casalone, ad esempio… «Durante la campagna acquisti estiva Claudio (Giovannone, ndr) ha sottolineato come nel 2015–16 avrebbe puntato forte sui talenti cresciuti nel team, e le parole sono state confermate dai fatti. Noi vogliamo ripagare la fiducia della dirigenza con buoni risultati sul campo, e credo che tutto stia procedendo per il meglio». Guai però a chiamare l’Orange Futsal una squadra rivelazione: «Abbiamo un roster forte e costruito per arrivare in alto – continua il pivot – e non sono affatto stupito del nostro primato. Ci sono campionissimi e calciatori di talento, faremo di tutto per proseguire bene il cammino». Chi può essere l’uomo decisivo in Orange Futsal–Acqua&Sapone? «Se devo fare un nome tra gli ospiti dico Jonas, è rapido, ha classe, ed è un ex. Noi punteremo forte sul collettivo, l’unione fa la forza», la chiosa di De Oliveira.

L’avversario
La compagine allenata da Bellarte gioca un futsal offensivo con una rosa variata sensibilmente rispetto al recente passato. Non ci sono più Borruto, Cuzzolino e Calderolli, tutti passati al Pescara, sono rimasti elementi cardine come Murilo Ferreira e il portierone azzurro Stefano Mammarella. Tra i volti nuovi ci sono Sidney, Burrito, Mimi, ma soprattutto Jonas. L’Orange Futsal affronterà la sfida priva dello squalificato capitano Jordi Torras, dovrebbe però ritrovare a roster Vinicius Duarte e Patrick Nora.

Davide Chicarella

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport