Attualità
Asti

Oasi dell’Immacolata: no definitivo dal Comune

Stampa Home
Articolo pubblicato il 29/08/2017 alle ore 08:51.
Oasi dell’Immacolata: no definitivo dal Comune 3
L'ingresso all'Oasi dell'immacolata

Stop definitivo, da parte del Comune di Asti, alla richiesta della Curia di ottenere il permesso di costruire per poi vendere l’Oasi dell’Immacolata, l’area nella zona Nord della città (tra via Foscolo e via Conte Verde) in cui Novacoop è interessata a trasferire il supermercato di via Monti (dove, secondo indiscrezioni, potrebbe tenere aperto un punto di vendita di ridotte dimensioni).

«La scorsa settimana - spiega l’assessore comunale all’Urbanistica, Andrea Giaccone - gli uffici competenti dell’assessorato all’Urbanistica hanno notificato alla proprietà dell’area (il Seminario vescovile) il diniego definitivo alla richiesta di permesso di costruire avanzata dalla Curia lo scorso 30 maggio. Uffici che si erano già espressi sulla questione con un preavviso di diniego a metà luglio (cui erano seguite le osservazioni da parte del Seminario vescovile). Ora la Curia ha quindi 60 giorni di tempo, se ritiene, per fare ricorso al Tar».

«La ragione per cui ci siamo espressi con il diniego definitivo - aggiunga Angelo Demarchis, dirigente comunale del Settore Urbanistica - è legata al fatto che, secondo noi, la richiesta contrasta con la normativa del Piano Casa, in base alla quale il proponente chiedeva il permesso di costruire».

Continua la lettura sul giornale in edicola, o acquista la tua copia digitale

Elisa Ferrando

Tags: oasi dell`immacolata,Comitato Oasi,comune di asti,asti,Nova Coop

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport