Salute e Green
Nizza Monferrato
tutti i comuni

Nuova sede per la Croce Verde a Nizza

Stampa Home
Articolo pubblicato il 06/07/2014 alle ore 07:00.
nuova-sede-per-la-croce-verde-a-nizza-56e68414526622.jpg
Piero Bottero con il dottor Bertola e la responsabile dei mezzi Luisa Guzzetta
Un'ambulanza donata al dottor Pierluigi Bertola, che la userà nelle sue missioni umanitarie, e la possibilità concreta di realizzare una nuova sede in regione Campolungo: sono significative le novità per la Croce Verde di Nizza in questi primi giorni d'estate. Il terreno su cui sorgerebbe la nuova struttura è stato dato in concessione da parte del Comune per 15 anni, per destinazione a servizi. «In un nostro incontro, il sindaco Flavio Pesce mi ha chiesto che intenzione avessimo al riguardo –- commenta il presidente Piero Bottero -– Non volendo perdere quest'occasione, abbiamo deciso di orientarci sulla realizzazione della nuova sede, scopo originario per cui c'era stata la concessione. Stiamo facendo le valutazioni, anche dal punto di vista dei fondi disponibili, e non appena avremo tutti i dati prenderemo la nostra decisione».

Il rinnovato interesse per l'appezzamento in regione Campolungo, area notoriamente residenziale, aveva suscitato qualche borbottio tra i cittadini della zona; alcuni si spingevano a lamentare la probabile realizzazione di una piazzola per l'elisoccorso. Replica Bottero: «Nizza ne è carente e sarebbe un'opera utile. Al momento, pur non escludendo la possibilità, confermo però che non c'è nulla di concreto al riguardo». Andrà invece in Etiopia uno dei mezzi in dotazione alla P.A. nicese: «Si tratta di un'ambulanza con 10 anni di servizio. La legge italiana non ci consentirebbe più di utilizzarla, e l'alternativa era venderla. Donandola invece all'equipe del dottor Bertola anche la Croce Verde di Nizza contribuirà a fare del bene fuori dall'Italia». Il cardiologo canellese si dice molto grato per la decisione: «Porteremo il mezzo a Genova, per l'imbarco fino a Gibuti. La destinazione finale è un ospedale pubblico ad Addis Abeba».

A pochi mesi dalla nomina a presidente, a cui seguì la decisione di chiudere il circolo soci per ampliare gli spazi per i militi, Piero Bottero conferma il suo favore per questa decisione: «Abbiamo ora maggiore presenza di volontari, che ci permette di mantenere attiva l'ambulanza base tutte le sere con orario 8-24. Inoltre stiamo assumendo un nuovo dipendente, che ci permetterà di garantire l'ambulanza base anche tutti i giorni dalle 8 alle 16. Un servizio in più, dato che in precedenza eravamo costretti a rifiutare alcune chiamate, circa 50 al mese». La selezione si è svolta mercoledì, a seguito di apposito bando aperto a tutti. Bottero segnala inoltre i 10 nuovi volontari al momento in fase di formazione, mentre si sta decidendo la destinazione dei fondi raccolti con il 5x1000, che hanno portato nelle casse della Croce Verde nicese circa 15 mila euro.

Fulvio Gatti

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport