Attualità
Nizza Monferrato

Nosenzo in cerca di un “cacciatore di soldi”

Stampa Home
Articolo pubblicato il 13/06/2016 alle ore 07:00.
Nosenzo in cerca di un “cacciatore di soldi” 3
Simone Nosenzo al voto a Nizza

Entro fine mese si terrà a Nizza il primo consiglio comunale della nuova amministrazione guidata dal sindaco Simone Nosenzo. È lo stesso vincitore delle recentissime consultazioni ad anticipare che in quell'occasione presenterà ufficialmente anche la sua giunta: «Non posso al momento fare nomi, ma posso dire che terremo conto delle preferenze ricevute dai singoli candidati. Lo consideriamo un criterio oggettivo per premiare chi ha ottenuto maggior favore da parte dei cittadini».

Formazione della squadra e attribuzione delle deleghe sono una priorità per il neo-primo cittadino per partire al più presto con il lavoro. Un'altra urgenza è il reperimento di risorse economiche: «Puntiamo a istituire una figura specifica, nella persona di un dipendente, che si occupi a tempo pieno di individuare bandi per progetti in tutti i settori. I fondi ottenuti possono essere destinati a nuove opere oppure a manutenzioni».

Interpellato su quali siano le urgenze cittadine, Nosenzo riprende due temi cari in campagna elettorale: «Innanzitutto la scuola primaria Rossignoli, che necessita di interventi. Ma anche la sicurezza, con l'installazione di nuove telecamere per la videosorveglianza». La storia amministrativa di Simone Nosenzo, 30 anni a luglio, inizia come consigliere comunale dell'amministrazione guidata dal sindaco Pietro Lovisolo. Negli ultimi giorni prima del commissariamento, a dicembre 2010, diventa capogruppo e delegato allo sport, poi alle successive elezioni, alla vittoria di Flavio Pesce, si conquista un posto tra i consiglieri di minoranza del gruppo “Lovisolo per Nizza” con 184 preferenze.

Imprescindibile, dice, l'esperienza dei 5 anni appena conclusi: «Essere all'opposizione permette di partecipare alle commissioni, inoltre essendo solo in 3 devi occuparti un po' di tutto. Diversamente, in maggioranza, tendi a focalizzarti solo sul tuo ambito di competenza». Chiediamo al nuovo sindaco se ha imparato qualcosa, pur dal lato opposto della barricata, dal suo predecessore Flavio Pesce: «Direi di sì, mi ha insegnato un buon modo per gestire i rapporti con la minoranza. È una persona tranquilla, che discute, poi prende la decisione e prosegue per la sua strada senza polemiche inutili».

Sembra che alla vittoria abbia contribuito anche la capacità di intercettare i voti dei giovani, raggiungendoli tramite i social network: «Penso abbiamo fatto un ottimo lavoro in questo senso in campagna elettorale, ed è nostra intenzione ammodernare la comunicazione del Comune. I canali digitali sono un modo veloce, facile e gratuito per raggiungere un gran numero di persone, vicine e lontane. La prima novità sarà la diretta in streaming, via Facebook, della “Corsa delle Botti”».

Fulvio Gatti

Tags: pubblica amministrazione,simone nosenzo,politica

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport