Cultura e Spettacoli
Nizza Monferrato
tutti i comuni

Nizza, il sindaco Pesce: «Ufficio turistico aperto tutto il giorno»

Stampa Home
Articolo pubblicato il 08/05/2015 alle ore 12:46.
nizza-il-sindaco-pesce-ufficio-turistico-aperto-tutto-il-giorno-56e69e0c544ff2.jpg
Flavio Pesce, sindaco di Nizza
Cosa è stato fatto e cosa ancora si sta facendo per promuovere il territorio UNESCO a Nizza Monferrato? Lo abbiamo chiesto al sindaco Flavio Pesce, che in Provincia conserva la delega all'UNESCO.

«Negli ultimi mesi abbiamo ospitato una serie di incontri e convegni che ci hanno permesso di riordinare le idee e capire cosa resta ancora da fare in termini di accoglienza turistica, lavori urbanistici e capacità di saper raccontare e presentare il nostro territorio. Nonostante il periodo sia piuttosto complicato per ottenere finanziamenti pubblici, come amministrazione stiamo cercando di abbellire il centro cittadino. Il nuovo restyling di piazza del Comune (piazza Martiri di Alessandria) e la pedonalizzazione dell'area ne sono un esempio. In cantiere abbiamo un progetto di pedonalizzazione di un tratto via Pio Corsi, che sarà lastricata e resa ZTL. Questo perché siamo convinti che il turista che approda a Nizza abbia il desiderio di vivere la città, di visitarla tranquillamente e di avere i servizi accessibili. Per questo motivo, durante i mesi dell'EXPO di Milano, attiveremo due borse di studio per permettere l'apertura di un ufficio turistico sotto il Foro Boario sette giorni su sette. Quanto all'offerta culturale abbiamo in programma di trasferire la biblioteca degli ex locali del Giudice di Pace. Al suo posto potrebbero essere ospitate le opere della Fondazione Davide Lajolo, al momento collocate ad Alessandria. Insieme al Museo del Gusto, Palazzo Crova diventerebbe un polo culturale di tutto rispetto. In collaborazione con Strade del Vino Astesana stiamo lavorando ad una serie di pacchetti turistici che promuovano la nostra "core zone" e che permettano di intercettare i flussi turistici che gravitano intorno a Torino e Alba. Per non parlare della nostra presenza all'EXPO. Il Comune sarà presente presso lo stand della Regione Piemonte per promuovere le nostre manifestazioni e i nostri prodotti. Non mi pare dunque, che in questi mesi sia stato fatto poco. Certo, sarebbe opportuno una riflessione: il Comune non può essere un imprenditore. E' indispensabile il supporto dei privati. In questo senso, vorremmo ricevere sul tavolo più proposte da parte dei nostri concittadini. Finora ci sembra che siano soprattutto gli stranieri ad aver compreso le potenzialità del nostro territorio. Olandesi e svedesi stanno acquistando cascine e tenute per agganciare il turismo del Nord Europa e portarlo qui. Sarebbe bello che anche qualche nicese fiutasse il business.»

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport