Attualità
Nizza Monferrato
tutti i comuni

Nizza, entrano in funzione
i pasti serviti a domicilio

Stampa Home
Articolo pubblicato il 25/12/2015 alle ore 07:00.
nizza-entrano-in-funzionebri-pasti-serviti-a-domicilio-56e6c0ed400ce2.jpg
L'assessore Massimiliano Spedalieri
Entra in funzione a Nizza Monferrato, per iniziativa dell'assessorato ai servizi sociali, la possibilità per gli anziani di ricevere pasti a domicilio su richiesta. Lo segnala l'assessore delegato Massimiliano Spedalieri: «Ci stiamo lavorando da tempo, perché ci sembrava un servizio utile alla comunità. Siamo riusciti finalmente a trovare le condizioni adatte, grazie anche all'esperienza di altri comuni che già hanno dato vita a progetti analoghi». L'intervento ha tra gli obiettivi, inoltre, di prevenire e rimuovere situazioni di bisogno ed evitare, per quanto possibile, i ricoveri impropri. Prende il via per il momento in modo sperimentale, come chiarisce Spedalieri: «Se otterrà la risposta e i risultati che ci aspettiamo, potrebbe diventare un servizio erogato stabilmente».

Destinatari della fornitura pasti a domicilio sono cittadini residenti a Nizza Monferrato, economicamente autosufficienti, nella condizione di avere necessità di ricevere aiuto a domicilio per avere il pasto giornaliero. Per la precisione si fa riferimento ad anziani, di età superiore ai 65 anni, soli e con ridotte capacità di autonomia; oppure persone sole di qualsiasi età, in condizione temporanea di non autosufficienza o disabilità, che sia attestata da certificato medico. Il pasto, consistente in primo, secondo, frutta/dessert, pane e acqua, in base alle normative sanitarie vigenti, viene preparato da una ditta esterna presso il centro cottura e consegnato negli appositi contenitori igienici e termici. Chiarisce l'Assessore: «Come Comune abbiamo previsto la disponibilità del servizio per un massimo di 15/20 persone. Se le domande saranno superiori, sarà predisposta dall'ufficio competente una graduatoria».

Le richieste di adesione possono essere presentate da parte degli utenti interessati oppure da un parente. Presso l'ufficio Servizi Sociali è disponibile l'apposito modulo da compilare, che andrà riconsegnato presso la stessa sede. Entro 8 giorni dall'acquisizione della domanda, a seguito dell'accettazione o meno, l'utente riceverà risposta. Si può contattare l'ufficio politiche sociali telefonando al numero 0141-720521. Sempre in merito al welfare cittadino, l'assessore Spedalieri conferma l'erogazione dei buoni pasto per il periodo natalizio: «Ne sono stati assegnati quest'anno 120, a fronte di una spesa a capitolo per le casse comunali di 14 mila euro. Un numero di famiglie nicesi in stato di indigenza, che sia stata dimostrata tramite gli appositi documenti, potranno in questo modo fare acquisti di generi alimentari presso gli esercizi convenzionati».

Fulvio Gatti

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport