Cultura e Spettacoli
Asti

Narcos, migranti, barbarie moderne:
Find The Cure e 5 spaccati sul Mondo

Stampa Home
Articolo pubblicato il 09/01/2016 alle ore 11:00.
narcos-migranti-barbarie-modernebrfind-the-cure-e-5-spaccati-sul-mondo-56e6c1a3edad12.jpg
Un frame del documentario "Cartel land" che racconta il mondo violento dei narcos messicani
Attualità, politica, diritti umani, mondo dei media. Sono le macrocategorie tematiche trattate e approfondite dai cinque documentari della rassegna "Mondovisioni -– I documentari di Internazionale" che Find The Cure (comitato no profit che lavora in aiuto alle aree a basso livello di sviluppo in India del Sud, Africa e Centro America), torna a proporre ad Asti in una serie di appuntamenti in Sala Pastrone (ore 20.30, via Al Teatro 2), a loro volta inseriti nella rassegna culturale "#nonlasciamociappiattire". Le cinque pellicole sono state selezionate dai più importanti festival internazionali e sono per gran parte proiettate in anteprima in Italia.

Si parte mercoledì con "Democrats", in cui due rivali politici dello Zimbabwe sono costretti a superare le proprie divergenze per scrivere la costituzione del proprio paese, un difficilissimo cammino a costo della loro stessa vita. Mercoledì 20 gennaio in sala arriva "Cartel Land", candidato al premio Oscar come miglior documentario. La storia si sviluppa in Messico e si sofferma sul confine tra la spietata brutalità dei narcotrafficanti e la necessità del popolo di armarsi per difendersi. Un'inarrestabile spirale di violenza che genera altra violenza senza mostrare una via di uscita. Terza pellicola in proiezione, mercoledì 27 gennaio, "Life is sacred", l'incredibile storia di Antanas Mockus, prima rettore dell'università, poi sindaco e infine candidato della repubblica in una Colombia consumata dalla violenza.

La prima toccante testimonianza dei campi di tortura del Sinai che colpisce i migranti in fuga dall'Eritrea è invece il tema centrale di "Voyage en barbarie", in cartellone mercoledì 3 febbraio. Un racconto fatto da chi è riuscito a scappare e che denuncia un fenomeno ancora poco conosciuto ma che merita tutte le attenzioni della comunità internazionale. A chiudere la rassegna sarà, mercoledì 17 febbraio, "En tierra extraña", nuova prospettiva sul fenomeno della migrazione: lasciare la propria casa in Spagna per cercare un lavoro all'estero. Spaccato di un'intera generazione di giovani che silenziosamente lasciano il proprio paese per costruirsi la vita che hanno sempre voluto. L'ingresso alle proiezioni in Sala Pastrone è libero con donazione minima di 4 euro ad appuntamento per aiutare a coprire i costi della rassegna (info www.findthecure.it).

Per lanciare e promuovere la kermesse, la sezione astigiana di Find The Cure (via Q. Sella 27) organizza questa sera, sabato, al Diavolo Rosso (ore 21) "Find The Cure Internazionale night live", serata di musica dal vivo a tema. Si alterneranno sul palco il duo acustico Guitar Movie, il gruppo folk italiano Mechinato e, in chiusura di serata, gli Ylamar. Ingresso libero, info www.diavolorosso.it o 339/5641302.

Luca Garrone

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport