Palio
Moncalvo e nord

Moncalvo ha presentato Federico Arri

Stringato l’intervento del fantino, che a settembre correrà ad Asti per la seconda volta nella sua carriera: «Non posso promettere la vittoria, ma ce la metterò tutta»

Stampa Home
Articolo pubblicato il 21/06/2016 alle ore 15:00.
Moncalvo Palio di Asti 2016 Federico Arri
La presentazione di Federico Arri

Presentazione in grande stile a Moncalvo nella serata di domenica, presso la sede di Palazzo Testafochi, di Federico Arri, giovane fantino astigiano che nel Palio 2016 difenderà i colori del comune aleramico in Piazza Alfieri. Numerosi gli intervenuti e tra questi non poteva mancare il sindaco Aldo Fara che nel suo breve intervento ha spronato Arri... «più che a dare il massimo, a tornare vincitore. In qualsiasi modo, con la forza, l’astuzia, non importa come. L’importante è portarea casa il Drappo.»

Il Rettore Filippo Raimondo: «Già da un po’ avevamo messo gli occhi addosso a Federico e adesso finalmente il nostro desiderio di ingaggiarlo si è avverato. Certamente disputerà una grande corsa. E’ un giovane emergente e abbiamo totale fiducia in lui.» Stringato l’intervento del fantino, che a settembre correrà ad Asti per la seconda volta nella sua carriera: «Non posso promettere la vittoria, l’unica cosa che mi sento di garantire a tutte le persone intervenute questa sera è il mio impegno totale. Ce la metterò tutta e farò in modo di seguire il consiglio del Sindaco. Sperando che la buona sorte mi dia una mano.»

Arri sarà uno dei protagonisti delle corse allo stadio in programma nella serata di sabato prossimo. Oltre alla presentazione del fantino il Comitato Palio di Moncalvo, tramite l’ex Rettore Diego Musumeci, ha illustrato ai presenti le caratteristiche del nuovo vessillo che accompagnerà le vicende dei biancorossi nelle uscite e nelle competizioni degli anni a venire.

Il vessillo è stato confezionato dalla Sartoria Teatrale DV Costumi di Mongardino e completamente dipinto a mano dal Maestro Antonio Giuntoli. Quest’ultimo, nato ad Asti nel 1963, già da giovanissimo manifestò propensione al disegno e coltivò la sua passione da autodidatta specializzandosi in paesaggi, che predilige ancora oggi e che rappresentano la sua cifra artistica distintiva. Tra le sue opere in età matura, nel 2003 realizza il Paliotto d’Argento per il Leo Club di Asti.

Negli anni tra il 2003 e il 2009 idea e dipinge vari fondali teatrali e partecipa ad una serie di collettive ad Alba in occasione di più edizioni della Fiera Internazionale del Tartufo. Si specializza poi in dipinti su tessuto per costumi medievali, gonfaloni e vessilli. Nel 2012 realizza il drappo per il Palio del Monferrato. Infine nel 2015, sono suoi i drappi del Paliotto.

Massimo Elia

Tags: palio di asti,Moncalvo,Federico Arri

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport