Cronaca
Nizza Monferrato
tutti i comuni

L’ultimo saluto a “Pinuccio” Gallo,
l’avvocato del mondo del vino

Stampa Home
Articolo pubblicato il 26/10/2015 alle ore 17:52.
lultimo-saluto-a-pinuccio-gallobrlavvocato-del-mondo-del-vino-56e6bca13c7662.jpg
L'avvocato Giuseppe Gallo
All’anagrafe faceva Giuseppe, ma per tutti era, semplicemente, Pinuccio: l’avvocato Pinuccio Gallo, il legale per eccellenza per tutte le questioni legate al variegato e complesso mondo della produzione vitivinicola. È scomparso nei giorni scorsi, dopo che a luglio 2014 aveva avuto la meglio, a seguito di un intervento, sul “male oscuro” che lo aveva colpito; l’insorgere di complicazioni, a molti mesi di distanza dalla prima vittoria, se lo è infine portato via. A piangerlo l’intero Astigiano, del vino e non solo, che ben conosceva i suoi modi amichevoli e la sua grande disponibilità, affiancati a una grande competenza e una pressoché totale dedizione al lavoro.

Dal suo studio in via Tripoli a Nizza Monferrato, aperto nel 1982, dal 1994 associato con la collega Luisella Pesce, passavano produttori ed esperti, enologi e agricoltori, e per ciascuno di loro c’erano aiuto, risposte, soluzioni pragmatiche e la capacità di dipanare con pacatezza anche le matasse più arruffate. Nato nel 1948, prima di dedicarsi alla libera professione aveva lavorato a Canelli come dipendente della Gancia. Quindi l’apertura dello studio nicese e la specializzazione nel settore vinicolo, al cui riguardo Gallo raccolse negli anni Ottanta il testimone dell’allora anziano avvocato Barbero di Canelli. La crescita internazionale del comparto enologico, e la parallela maturazione professionale come avvocato specializzato, lo avrebbero reso nome di punta tra i legali di settore a livello nazionale, tanto che ormai, in tempi recenti, la sua consulenza era richiesta in tutta Italia.

Imprescindibile il contributo dato a supporto della nascita e dello sviluppo delle DOC astigiane, come ricorda il sindaco nicese Flavio Pesce: «Era una persona veramente disponibile nei confronti della comunità. Se il Comune aveva bisogno, lui c’era; ed eravamo certi che avrebbe dedicato alla nostra richiesta il massimo della dedizione e dell’entusiasmo, lo stesso con cui si approcciava ogni giorno al suo lavoro». Pinuccio Gallo lascia la moglie Franca e il figlio Ferdinando. Le esequie funebri sono state programmate per domani - martedì alle 15, presso la chiesa di Sant’Ippolito a Nizza Monferrato. E c’è da scommettere che ci sarà una vera folla, appartenente al mondo del vino e non solo, residente nella città del “Campanòn” e non solo, radunata per dargli l’ultimo saluto.

f.g.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport