Social Paper
Asti

«Lavoro e carriera, sogno di noi giovani».
A Passepartout con il Social Paper

Stampa Home
Articolo pubblicato il 10/06/2013 alle ore 16:33.
lavoro-e-carriera-sogno-di-noi-giovanibra-passepartout-con-il-social-paper-56e4a9d9b11932.jpg
La ricercatrice Claudia Ratti e l'imprenditore Lorenzo Pregliasco
Mentre si festeggiano i 60 anni della nostra testata, La Nuova Provincia organizzerà una delle tavole rotonde in programma a Passepartout, i cui ospiti quest’anno si concentrano sul tema del sogno. “Non ho mai smesso di sognare” è il titolo dell’intervento che Oscar Farinetti terrà martedì sera alle 21, e proprio sulle considerazioni del fondatore di Eataly verterà il confronto organizzato mercoledì alle 16.30 dal nostro Social Paper.

«In un paese con il tasso di disoccupazione giovanile che sfiora il 40%, abbiamo scelto di declinare il tema del sogno in modo particolare. Crediamo che un sogno condiviso da tanti ragazzi sia quello di avere un lavoro, una carriera che dia soddisfazione, il sogno di realizzare se stessi e le proprie aspirazioni», spiegano i giovani autori della pagina che da novembre viene pubblicata ogni martedì sul nostro giornale.

L’appuntamento è nella Sala delle Colonne del Palazzo del Collegio, ospiti della tavola rotonda l’astigiana Claudia Ratti, ricercatrice che dopo esperienze in Germania e negli Stati Uniti ora svolge la sua attività a Torino, e Lorenzo Pregliasco, imprenditore nel campo dei sondaggi, cofondatore di Termometro Politico e YouTrend. Pregliasco è inoltre autore del volume "Il crollo - Dizionario semiserio delle 101 parole che hanno fatto e disfatto la Seconda repubblica", che verrà presentato sabato alle 18 nella ex Sala Consiliare del Municipio. Saranno presenti a raccontare le loro esperienze anche Simone Bregni, astigiano e docente alla Saint Louis University, e Ludovico Roccatello, coordinatore della rete giovani di Slow Food.

«Chiederemo loro se la carriera che hanno imboccato rappresenti l’avverarsi di un sogno, quali ostacoli abbiano dovuto superare per arrivare fin lì - anticipano i redattori del Social Paper - e soprattutto cercheremo di dare risposta a un’annosa domanda: è davvero necessario fare le valige per realizzare il futuro che desideriamo per noi stessi?» L’incontro sarà moderato da Enrico Panirossi e introdotto da un saluto del direttore de La Nuova Provincia, Flavio Duretto.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport