Sport
Asti

L'Asti Calcio ha un nuovo azionista
È l'imprenditore romano Nuccilli

Stampa Home
Articolo pubblicato il 04/12/2015 alle ore 19:26.
l39asti-calcio-ha-un-nuovo-azionistabr-l39imprenditore-romano-nuccilli-56e6bf7d7d1ce2.jpg
Ultras biancorossi sulle tribune del "Bosia"
I galletti dell'Asti calcio hanno un nuovo azionista di maggioranza. Nel pomeriggio di oggi, venerdì, Alessandro Nuccilli, imprenditore romano nel settore dell'edilizia, avrebbe concluso l'accordo con Pierpaolo Gherlone per acquisire il 70% del club. Il nuovo punto di riferimento dirigenziale dei biancorossi era atteso nella giornata di venerdì in città, tuttavia, nonostante l'accordo sia stato raggiunto e firmato, Nuccilli arriverà in Piemonte solamente a metà della prossima settimana.

Domenica l'Asti scenderà in campo tra le mura amiche per affrontare gli alessandrini dell'Asca: una situazione a dir poco tribolata per i Galletti che sperano con il nuovo ingresso dirigenziale di trovare nuovamente serenità per poter dare al sodalizio di via Ugo Foscolo un futuro ambizioso. A risultare decisivo nella fumata bianca per la trattativa della cessione il dirigente Ivan Mercurio. Nei prossimi giorni occorrerà verificare la credibilità del nuovo progetto, certo è che i biancorossi hanno bisogno come l'aria di forze fresche all'interno della compagine.

Cronaca

  • Slot spente vicino a scuole e chiese

    22-11-2017
    Stando alla norma, non potranno essere operative le macchinette che rientrano in un raggio di 500 metri da un luogo “sensibile” (come scuole,...
  • Dopo 75 anni scopre il nome della madre

    22-11-2017
    Come per questa ricerca, partita solo qualche anno fa grazie all'entusiasmo e alla determinazione di Cristina, in cui ha fatto capolino una foto di classe,...

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport

  • Addio a "Ughetto" Perosino

    21-11-2017
    Personaggio amato da tutti in città, sportivi e non, era un ex dipendente comunale, negli anni aveva svolto il ruolo di bagnino 
  • Crollo Nazionale i mali e la cura

    15-11-2017
    Ora che la batosta è arrivata chissà se avremo il coraggio di voltare pagina, lavorare su un'identità precisa rinunciando alle cariatidi...