Sport
Asti

L'Asti Calcio fa suo il derby
San Domenico a vele spiegate

Stampa Home
Articolo pubblicato il 08/11/2015 alle ore 18:10.
l39asti-calcio-fa-suo-il-derbybrsan-domenico-a-vele-spiegate-56e6bd72404352.jpg
I giocatori del San Domenico esultano dopo un gol (foto Ago)
Il derby di Moncalvo nel campionato calcistico di Promozione sorride ai galletti: l'Asti supera di misura 1 a 0 il Colline Alfieri e brinda al quinto successo in sette gare. decide un autogol dell'ex Lumello. L'altro derby di Promozione finisce 1 a 1: passa a condurre il Canelli con Cherchi, impatta Pollina su rigore per la Santostefanese.

In Eccellenza il San Domenico sfrutta il turno casalingo e cala il tris: il Pedona cede 3 a 1 al “censin Bosia”. In cronaca, mister Raimondi deve fare a meno dell’acciaccato Giulio Merlano, in panchina “pro forma”, e dell’under Giudice, punta così sul consueto modulo a rombo che ha in Bissacco il trequartista e nel tandem formato dal giovane ex Asti Di Santo e De Souza la coppia d’attacco. Al 3’ Mazza, schierato sull’out di sinistra, crossa rasoterra proprio per Di Santo, la cui conclusione viene bloccata. Al quarto d’ora, dopo una fase avara di spunti, il “Sando” passa a condurre: corner battuto a centro area e intervento in tap in di De Souza, che beffa Marino. Da qual momento inizia lo show astigiano: Bissacco, al 18’, calcia in diagonale fuori di poco, poi è De Souza, dopo un bel triangolo con Pala, a battere su Marino, successivamente, al 25’, sugli sviluppi di un contropiede, è La Carìa a raddoppiare, con una rasoiata dal limite che coglie impreparato il portiere del Pedona. Sulle ali dell’entusiasmo, alla mezz’ora, è Bissacco su punizione a calare il tris. Prima del cambio di campo c’è ancora tempo per applaudire l’assolo di Di Santo, che salta al limite il diretto avversario e lascia partire una battuta di destro a giro sul palo lungo che lambisce il palo. La ripresa ha poco da regalare agli spettatori: timida occasione al 10’ per Gastaldi di testa su azione di corner, qualche sporadica sortita offensiva gialloverde, una girandola di cambi, e il gol della bandiera degli ospiti, a tre minuti dal triplice fischio, con Barale.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport