Economia e lavoro
Moncalvo e nord
tutti i comuni

La Cascina è sperimentale
e a Cà Mariuccia apre anche il ristorante

Stampa Home
Articolo pubblicato il 06/01/2016 alle ore 17:00.
la-cascina-e-sperimentalebre-a-ca-mariuccia-apre-anche-il-ristorante-56e6c178e1d8f2.jpg
Andrea Maria Pirollo con la compagna Angela Calligaro
Un altro importante tassello al progetto di Cà Mariuccia che punta a diventare punto di riferimento dell'agricoltura etica, è stato aggiunto. Tutto pronto, infatti, per l'apertura del ristorante nella cascina prevista per il 16 gennaio, al termine di una ristrutturazione che ha preso la forma di un lungo ed innovativo cantiere didattico in cui più persone hanno lavorato, volontariamente, applicando tecniche edilizie recuperate dalla tradizione e altre del tutto sperimentali. Con un filo conduttore unico: quello di rendere l'intervento dell'uomo sempre meno invasivo, nel rispetto dei tempi e delle dinamiche della natura e dei suoi materiali, compresi quelli con cui è costruita la cascina didattica. Il ristorante avrà un menù rigorosamente stagionale con una prevalenza di piatti vegetariani preparati con le verdure, gli aromi e i frutti dell'orto.

Quello stesso orto sul quale, già l'estate trascorsa, si erano concentrati gli "esperimenti" di Andrea Maria Pirollo, un passato di imprenditore nell'imballaggio di lusso, e oggi un fiero sostenitore della permacoltura, dell'agricoltura naturale, dell'autosufficienza energetica ed alimentare, della sostenibilità ambientale e della coltura etica. Cà Mariuccia è molto di più di un ristorante e di un'azienda agricola incastonata fra le straordinarie colline della vetta dell'Astigiano: l'obiettivo finale è quello di trasformarla in un centro di scambio e di discussione, oltre che di sperimentazione e di incontro di tutti coloro che hanno progetti rurali naturali validi. Lì, sulle colline di Albugnano, troveranno le porte aperte per portare avanti le sperimentazioni e gli scambi di esperienze, visto che Cà Mariuccia fa parte del circuito WWOOF International e già ospita volontari ed appassionati di questo movimento mondiale che promuove esperienze educative e culturali basate su uno scambio di fiducia senza scopo di lucro.

A ristrutturazione completata, la cascina didattica disporrà di camere per l'ospitalità turistica, spazi per corsi di agricoltura naturale (è anche sede della SAN, la Scuola di Agricoltura Naturale), per seminari e corsi di discipline olistiche, agricampeggio, campus estivi per ragazzi, un laghetto per itticoltura e pesca. L'inaugurazione di sabato 16 gennaio riguarderà il ristorante e la casa dei corsi, una struttura con forno a legna che ospiterà corsi, workshop, incontri sulla bioedilizia e il mercato in cascina aperto ai contadini e ai viticoltori del territorio che avranno così uno spazio a disposizione per vendere i loro prodotti.
Ulteriori info su www.camariuccia.it

d.p.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport