Attualità
Nizza Monferrato

Incisa: gli Alpini restaurano la “loro” Madonnina

Stampa Home
Articolo pubblicato il 29/05/2017 alle ore 10:17.
Incisa: gli Alpini restaurano la “loro” Madonnina 3
Incisa: gli Alpini restaurano la “loro” Madonnina

Il Gruppo Alpini di Incisa Scapaccino quest'anno compie 40 anni e ha trovato un modo tutto suo di festeggiare questa importante ricorrenza. Non solo infatti verrà organizzata una Festa Alpina in grande stile per il fine settimana di venerdì 2, sabato 3 e domenica 4 giugno ma è stato regalato alla comunità incisiana anche il restauro del sito della Cappella della Madonna della Neve, accanto all'Opera Pia Don Ferraro, a pochi passi dal ponte sul Belbo. Una “Madonnina”, così come viene chiamata affettuosamente da queste parti, molto cara ai residenti ma soprattutto alle Penne Nere. Gli Alpini incisiani hanno quindi voluto sistemare l'aiuola posizionando lungo i lati due panchine dedicate alla memoria degli Alpini già cofondatori del gruppo: il Cav. Uff. della Repubblica Michele Ceretti, reduce della campagna di Russia, e l’Ufficiale degli Alpini Flavio Dellepiane.

«Questo intervento ha richiesto al nostro gruppo un grande sforzo di risorse umane ed economiche. Ma lo abbiamo fatto volentieri, volevamo donare qualcosa alla comunità in vista della nostra festa» ha spiegato Sergio Croce Responsabile della sezione di Incisa. Il gruppo fondato nel 1977 ad oggi conta 70 iscritti tra alpini e simpatizzanti provenienti non solo dal paese ma anche da Castelnuovo Belbo e Cortiglione.

Al di là degli interventi offerti gratuitamente per restaurare il sito della Madonnina c'è però da dire che questi volontari davvero non si risparmiano. Nel corso dell'anno non si contano gli impegni che li vedono protagonisti nel sociale come in occasione della raccolta fondi del banco alimentare, la vendita delle “stelle di Natale” per contribuire alla ricerca contro la leucemia, la visita nelle feste natalizie agli ospiti della Residenza Socio Assistenziale “Opera Pia Don Ferraro”, le donazioni per l'acquisto del materiale didattico per le Scuole dell’Infanzia di Incisa S. - Castelnuovo Belbo e Cortiglione oltre alla loro impegno nello svolgere i vari servizi di ordine pubblico in occasione delle manifestazioni tenute al Santuario “Virgo Fidelis” dell’Arma dei Carabinieri, ospitato nella Chiesa di San Giovanni del Borgo Villa.

«Come sempre gli Alpini sono in prima linea quando c'è bisogno di dare una mano e il restauro della Madonnina di Incisa ne è l'ennesimo esempio» ha commentato il sindaco Matteo Massimelli accanto al parroco Don Claudio Montanaro. A questo punto non resta che il conto alla rovescia per la Festa Alpina, il cui culmine si avrà domenica 4 giugno con la sfilata degli Alpini in via Martiri della Libertà e via Dante e con la partecipazione della Fanfara Alpina “La Tenentina”. Invitati tutti i gruppi alpini della provincia.

Lucia Pignari

Tags: Incisa Scapaccino,alpini

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport