Palio
Asti

Il neo capitano Michele Gandolfo
«Ho visto realizzarsi il mio sogno»

Stampa Home
Articolo pubblicato il 18/12/2015 alle ore 17:00.
il-neo-capitano-michele-gandolfobrho-visto-realizzarsi-il-mio-sogno-56e6c0575c3272.jpg
Michele Gandolfo riceve i complimenti del sindaco Fabrizio Brignolo
Nel corso dell'ultimo Consiglio del Palio del 2015 è stato eletto il successore di Enzo Clerico nella carica di Capitano. I venticinque aventi diritto al voto presenti nel salone consiliare di Palazzo Civico (non votavano Capitano uscente e Magistrati, due gli assenti) hanno indirizzato le loro preferenze (21) su Michele Gandolfo, mentre l'altro candidato Silvio Basso ha ricevuto due voti. Due sono state anche le schede bianche. Un verdetto quasi plebiscitario, giunto dopo alcune "tormentate" (e non si capisce bene il perchè) interpretazioni del Regolamento riguardo al conteggio dei voti.

Qualora uno dei due candidati non avesse raggiunto nel primo scrutinio i due terzi delle preferenze, si sarebbe dovuto procedere ad una seconda tornata di voto nella quale la maggioranza (50% più uno) avrebbe garantito la vittoria. Il neoletto Michele Gandolfo, trent'anni appena compiuti, visibilmente emozionato, è entrato in sala a votazione avvenuta raccogliendo un lungo applauso dai componenti del Consiglio e dai numerosi presenti. Gandolfo ha ricevuto i complimenti di due ex Capitani, l'uscente Clerico e Vespa: quest'ultimo lo aveva voluto nel Gruppo dei Cavalieri, predicendogli il raggiungimento della prestigiosa carica.

A Michele Gandolfo abbiamo chiesto di raccontarci le emozioni immediatamente successive al voto e i primi giorni vissuti da Capitano.
«Poco alla volta sto metabolizzando quanto è accaduto lunedì. Ed è una sensazione unica, molto particolare. Ho visto realizzarsi quello che era il mio sogno da bambino, quando assistevo alla manifestazione e ammiravo la figura del Capitano. Ricordo allora l'emozione che mi trasmetteva la "galoppata" per annunciare alla gente che si correva il Palio. Oggi essere la massima carica dell'evento che amo più d'ogni altro rappresenta una soddisfazione difficilmente spiegabile a parole.»

Ora vedrai le cose sotto una prospettiva diversa.
«Conta la passione. Per ora non ci sono stati cambiamenti sostanziali nel mio modo di rapportarmi alla manifestazione. Mi fa specie però che non dovrò più a chiedere ad Enzo (Clerico, n.d.r.) il da farsi, ma dovrò gestirmi in maniera autonoma. E riguardo al Gruppo, sarò io ora a dover dare la traccia da seguire. Una bella responsabilità.»
Che cosa chiederai ai componenti del tuo Gruppo?
«Innanzitutto una conoscenza dettagliata del Regolamento. Un aspetto questo per me fondamentale. Inoltre farò di tutto per avere al mio fianco molti dei Cavalieri che già componevano il Gruppo creato da Enzo Clerico. Vorrei proseguire il più possibile sul cammino finora tracciato.»

Sarà importante sviluppare la collaborazione con il Collegio dei Rettori.
«E' questo un aspetto che reputo primario. Se verrò invitato a qualche Collegio parteciperò molto volentieri, sia per ascoltare sia per esporre le mie idee. Allo stesso modo vorrei creare un rapporto forte con l'Amministrazione, interfacciandomi il più possibile con il Sindaco e l'Assessore.»
Appuntamenti in calendario a breve scadenza?
«Il prossimo 28 dicembre nel Palazzo della Provincia, un evento nel corso del quale verrà consegnata la Cittadinanza Onoraria a Fabiola Gianotti, direttrice generale del Cern, il Consiglio Europeo per la Ricerca Nucleare. Un appuntamento non paliesco al quale siamo stati invitati come Gruppo e parteciperemo con grande orgoglio.»

Ovviamente continuerete a prendere parte alle iniziative organizzate dai vari Comitati, come già accadeva con Clerico.
«Se saremo invitati parteciperemo con grande piacere. D'altronde il Capitano, come specificato nell'articolo 10 del Regolamento, è tenuto ad intrattenere rapporti periodici con i Comitati.»
In chiusura Capitano: qualche ringraziamento da fare?
«Al Consiglio del Palio per avermi votato. Cercherò di far cambiare idea con il mio operato ai quattro che non mi hanno dato la loro preferenza. Inoltre essendo in prossimità delle feste, a tutti, indistintamente, addetti ai lavori di Palio e non, i migliori auguri di Buon Natale e di un felice 2016.»

Massimo Elia

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport