Attualità
Asti

Il Cicchetto e Gin Agricolo al festival Collisioni

Stampa Home
Articolo pubblicato il 12/07/2016 alle ore 10:12.
Il Cicchetto e Gin Agricolo al festival Collisioni 2
Il Gin Agricolo, nato da un’idea di Franco Cavallero

Il 14 luglio a Barolo, nell’unico e suggestivo paesaggio delle Langhe piemontesi, avrà inizio l’ottava edizione di Collisioni il Festival AgriRock di musica e letteratura più atteso e noto in Italia. Il titolo scelto per la manifestazione di quest’anno è “Strangers” ed è dedicata allo scomparso David Bowie. Partecipano all’evento, personalità prestigiose e conosciute a livello mondiale della letteratura, dello spettacolo, del giornalismo e della musica.

La formula innovativa di proporre non solo un variegato “cibo” per la mente ma anche alta enogastronomia lo ha reso, a parere della critica, il miglior festival italiano. Ed è in questo contesto che Franco Cavallero, già proprietario dell’originale e accogliente enoteca Il Cicchetto, locale nel cuore di Asti vecchia, debutterà a Barolo.

Nei giorni di svolgimento del Festival, dal 14 al 18 luglio, infatti l’enoteca gestirà in collaborazione con Gin Agricolo (nato da un’idea di Franco Cavallero), Distilleria Quaglia, Events4u, Red Bull e Fava bibite, tre punti di somministrazione cocktail. Le bevande saranno esclusivamente a base di gin prodotto in Piemonte dalla storica Distilleria Quaglia e, durante tutto il corso degli eventi, nei tre punti situati nella piazza rossa, nella piazza verde e nell’area artisti del castello, lo staff del Cicchetto proporrà i prodotti che sono tutti estremamente naturali, tipici della tradizione erboristica italiana e, nello stesso tempo, nuovi e singolari.

I protagonisti del progetto saranno i cocktail: un unico Gin Tonic preparato con aggiunta di bacche e spezie, il Negroni “Bèrto” premiscelato nella botte di rovere e lo Spritz rivisitato con l’uso dell’aperitivo Bèrto. L’obiettivo non è solo quello di far conoscere al grande pubblico questi prodotti eccellenti, caratterizzati da un’impronta artigianale unica nel suo genere e con una forte connotazione territoriale, ma anche quello di stupire ed appagare il consumatore.

Appuntamento quindi a Barolo, in questo paese patrimonio dell’Unesco, palcoscenico sotto il cielo dove tra premi Nobel, grandi rock star mondiali, degustazioni enogastronomiche di altissimo livello, da quest’anno potremo apprezzare anche la freschezza del Gin Agricolo.         

Tags: il cicchetto,asti,barolo,gin agricolo

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport