Palio
Asti

I migliori fantini subito protagonisti
nelle prime corse di preparazione

Stampa Home
Articolo pubblicato il 29/04/2015 alle ore 07:00.
i-migliori-fantini-subito-protagonistibrnelle-prime-corse-di-preparazione-56e69d411a00c2.jpg
Andrea Coghe, in primo piano
E' tempo di corse di preparazione: le riunioni che vedono impegnati cavalli purosangue e mezzosangue si susseguono a getto continuo vista l'imminenza con alcuni tra i più importanti appuntamenti palieschi dell'annata. Il 24 maggio si correrà a Fucecchio, mentre la settimana successiva saranno due le manifestazioni, in concomitanza, che terranno desta l'attenzione di appassionati ed addetti ai lavori: i Palii di Legnano e di Ferrara.

Dopo le riunioni dell'ultimo weekend svoltesi sulla pista dell'Usignolo di Borsano e nella "Buca" di Fucecchio, domenica 3 maggio terrà banco l'appuntamento in programma sulla pista dello stadio "Censin Bosia" di Asti, organizzato dal Collegio dei Rettori, che vedrà di scena solamente cavalli purosangue. Sette giorni dopo sarà invece il rinnovato impianto di Pian delle Fornaci (Siena) a salire alla ribalta, con competizioni riservate sia ai "mezzi" che ai "puri". Gli esiti delle ultime corse disputate costituiscono un termometro assai attendibile sullo stato di forma di molti dei fantini che saranno protagonisti a settembre del nostro Palio (o che potrebbero diventarlo).

Su tutti Andrea Mari, che dopo aver dettato legge nel 2014 vincendo ad agosto a Siena (Civetta) e a settembre ad Asti (Santa Caterina), appare in grande spolvero in vista dell'appuntamento legnanese di fine maggio, dove difenderà i colori di Sant'Ambrogio. Con ogni probabilità disporrà nella circostanza del cavallo di proprietà di Valter Pusceddu che ha destato un'ottima impressione sabato scorso sulla pista dell'Usignolo. Altro fantino che ad Asti viene dato tra i sicuri protagonisti e che sta preparando la stagione con la massima cura è Giovanni Atzeni. Tittìa in piazza Alfieri difenderà i colori di Nizza, con l'obiettivo di riportare sulle rive del Belbo quel Drappo che manca dal 1986. Prima però Atzeni andrà a caccia di un'altra impresa che, se realizzata, avrebbe del clamoroso: far gioire dopo un'attesa che dura da 24 anni la Contrada di Legnarello, la "nonna" per eccellenza del Palio legnanese.

Molto positive le sensazioni destate da altri due fantini in questi primi mesi del 2015: Francesco Carìa e Andrea Coghe. "Tremendo", questo il soprannome di Carìa, si è messo in evidenza domenica a Fucecchio, ma prima ancora era stato protagonista in occasione delle riunioni di Monteroni e Pian delle Fornaci. Al momento però il fantino di San Gavino Monreale non ha ancora ingaggio ad Asti. Chi invece da noi l'ingaggio ce l'ha e si candida con autorevolezza a recitare un ruolo di primo piano il prossimo settembre è Andrea Coghe, che in tutte le riunioni alle quali fino ad oggi è stato presente ha sempre ottenuto risultati di primissimo piano. In piazza Alfieri Coghe difenderà i colori del Comune di Moncalvo: per gli aleramici ha già corso due volte, nel 2012 e 2013, raggiungendo in entrambi i casi la finale. Buoni riscontri ha fornito nelle riunioni di inizio anno anche Sebastiano Murtas, detto Grandine, in evidenza a Pian delle Fornaci e ad Asti, nella riunione organizzata da Michele Mazzeo.

Riguardo al nostro Palio sono ancora quattro i Comitati che non hanno ufficializzato la loro scelta sui fantini da mandare in pista il prossimo settembre: si tratta di San Silvestro, Baldichieri, Montechiaro e Castell'Alfero. Questa la situazione aggiornata riguardo alle monte del Palio 2015: Santa Caterina; Andrea Mari; San Paolo: Valter Pusceddu; Nizza: Giovanni Atzeni; Santa Maria Nuova: Martin Ballesteros; San Pietro: Andrea Farris; Viatosto: Claudio Bandini; San Secondo: Dino Pes; Canelli: Massimo Columbu; Torretta: Massimo Coghe; Cattedrale: Silvano Mulas; San Marzanotto: Alessandro Chiti; San Damiano, Donato Calvaccio; Don Bosco: Gianluca Fais; San Lazzaro: Giuseppe Zedde; San Martino San Rocco: Maurizio Farnetani; Tanaro: Sandro Gessa. Al momento sono dodici i fantini confermati dal 2014 e cinque le novità.

MARTEDI' 5 MAGGIO ALLE 20
LA SBANDIERATA DEL "SANTO"
il Collegio dei Rettori organizza in occasione della festa patronale di martedì prossimo, 5 maggio, un evento legato ai gruppi di sbandieratori del nostro Palio denominato "Promesse in campo". Raduno in piazza Roma alle 19, successiva sfilata in corso Alfieri fino a raggiungere piazza San Secondo, dove, a partire dalle 20, si terrà la consueta "Sbandierata del Santo".

Massimo Elia

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport