Cultura e Spettacoli
Asti

Gabbiani, danza e il viaggio di Fogg
Un lungo fine settimana di teatro

Stampa Home
Articolo pubblicato il 05/02/2016 alle ore 07:00.
gabbiani-danza-e-il-viaggio-di-foggbrun-lungo-fine-settimana-di-teatro-56e6c33c1d94e2.jpg
“Il Gabbiano” di Cechov nell’adattamento di Carmelo Rifici. «Un testo misterioso che ci mostra un’umanità incapace di essere sincera», commenta il regista
Fine settimana intenso sui palchi astigiani, con tre appuntamenti teatrali da segnare in agenda. Si inizia oggi pomeriggio (venerdì) al Giraudi con “Pesadilla – Studio” (ore 18, piazza San Giuseppe, ingresso 1 euro), spettacolo di danza di Piergiorgio Milano. Coreografo e danzatore, è stato interprete nella tournèe mondiale di “Tabac Rouge”, ha vinto con il suo assolo “Denti” premi in Spagna, Italia e Polonia. Insieme al Collettivo 320Chili ha vinto il Premio Equilibrio 2010 per lo spettacolo “Ai migranti”. La Fondazione Piemonte dal Vivo e la Lavanderia a Vapore di Collegno, centro regionale per la danza, porteranno l’artista in città per tre pomeriggi di residenza creativa, prima di debuttare il prossimo 13 febbraio all’Auditorium Parco della Musica di Roma. In “Pesadilla”, la danza contemporanea viene utilizzata insieme a poetiche proprie del circo contemporaneo, del teatro fisico e della comicità clownesca. Lo spettacolo sarà riproposto anche domenica e martedì.

Altro palco, altro genere: questa sera il “Gabbiano” di Cechov sarà proposto a Teatro Alfieri per la rassegna Parole d’Artista (ore 21, ingressi 20-10 euro), curata da Teatro di Dioniso. Si tratta della lettura di Carmelo Rifici che cura adattamento e regia: un giovane teatrante pieno di dubbi, un celebre autore che si interroga sulla necessità di scrivere, una giovane ambiziosa che sogna il successo, una donna di successo che non sogna. «E’ veramente un testo misterioso - sottolinea Rifici nelle note di regia - ci mostra un’umanità, una famiglia che non riesce mai a essere sincera e che, per riuscire a convivere, deve continuamente mentire e immaginare di essere qualcosa che non è. Nel momento però che una cosa è immaginata, non diventa comunque vera?»

Da segnalare infine il nuovo appuntamento con la rassegna “Domeniche a teatro”, che a Teatro Alfieri proporrà “Il giro del mondo in 80 giorni” nell’allestimento di Luigina Dagostino (ore 16, ingresso 5,50 euro e omaggio per i bambini sotto i tre anni). Uno spettacolo che gli autori definiscono “dinamico, ricco di suggestioni gestuali e musicali, provenienti da vari continenti. Phileas Fogg e Passepartout accompagneranno grandi e piccini attraverso terre lontane e luoghi misteriosi”. Gli spettatori saranno accolti in teatro dai personaggi dello spettacolo e, prima ancora dell’ingresso in sala, ogni bambino riceverà il proprio personale passaporto, utile a muoversi con disinvoltura nel corso del viaggio.

e.p.r.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport