Economia e lavoro
Asti
Nizza Monferrato
tutti i comuni

Firmato l'accordo sulle uve Brachetto

Stampa Home
Articolo pubblicato il 11/09/2015 alle ore 16:00.
firmato-l39accordo-sulle-uve-brachetto-56e6a6601f7d22.jpg
Firmato l'accordo sulle uve Brachetto
Siglato l'accordo nei giorni scorsi per le uve Brachetto. I vigneti sono presenti in prevalenza sulle colline dell'Acquese, nonché in zone circostanti che confinano con Nizza Monferrato. Avrà valore triennale e prevede la valutazione dell'uva docg a 1 euro al chilogrammo, una resa di 36 quintali per ogni ettaro di docg, che aumenta a 43 per le doc. L'intesa prevede inoltre la possibilità del blocage e deblocage: se fosse necessario per via dell'andamento del mercato, si potrà attingere a una quota di eccedenza compresa nella riserva vendemmiale per una proporzione di 20 quintali per ettaro. In base alle cifre risultanti dall'intesa il reddito per i viticoltori relativo alle uve docg è previsto per 6 mila euro netti a ettaro, con una retribuzione di un euro al chilogrammo, più 0,40 per le eccedenze. Non applicabili a questa parte di produzione le trattenute per la gestione dell'accordo, da effettuarsi solo sulla differenza di prezzo tra quota eccedente e quantità di uve sbloccate dalla riserva blocage/deblocage. «È stato un traguardo importante che dà stabilità al comparto -– commenta Paolo Ricagno, presidente del Consorzio di Tutela -– È quello che come Consorzio ci siamo sempre prefissi».

f.g.

Cronaca

  • Slot spente vicino a scuole e chiese

    22-11-2017
    Stando alla norma, non potranno essere operative le macchinette che rientrano in un raggio di 500 metri da un luogo “sensibile” (come scuole,...
  • Dopo 75 anni scopre il nome della madre

    22-11-2017
    Come per questa ricerca, partita solo qualche anno fa grazie all'entusiasmo e alla determinazione di Cristina, in cui ha fatto capolino una foto di classe,...

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport

  • Addio a "Ughetto" Perosino

    21-11-2017
    Personaggio amato da tutti in città, sportivi e non, era un ex dipendente comunale, negli anni aveva svolto il ruolo di bagnino 
  • Crollo Nazionale i mali e la cura

    15-11-2017
    Ora che la batosta è arrivata chissà se avremo il coraggio di voltare pagina, lavorare su un'identità precisa rinunciando alle cariatidi...