Salute e Green
Asti

Dai questionari emerge cosa manca
all'ospedale: menu vegetariano e wi-fi

Stampa Home
Articolo pubblicato il 02/03/2016 alle ore 07:00.
dai-questionari-emerge-cosa-mancabrall39ospedale-menu-vegetariano-e-wi-fi-56e6c4eb5e93f2.jpg
Una corsia dell'ospedale Cardinal Massaia di Asti
Mentre spesso i giornali si occupano delle lunghe attese al Pronto Soccorso, delle battaglie mattiniere per accedere al servizio del tempo zero, delle liste d’attesa per alcuni esami altamente specializzati, il gruppo di lavoro interno all’Asl di valutazione della qualità dei servizi sanitari, ha dato un’indicazione diversa nel momento di individuare sei azioni di miglioramento da approntare verso i cittadini. Il gruppo di lavoro era formato da referenti dell’Asl e da tre associazioni di volontariato: Cittadinanza Attiva (cui fa capo il Tribunale dei diritti del malato), Avo e Vao. Hanno aderito al progetto Empowerment della Regione Piemonte per “misurare” la qualità delle strutture ospedaliere così come vista dalla parte del cittadino.

Per farlo è stata eseguita un’indagine che prendeva in considerazione parametri di qualità, di servizi igienico-organizzativi, di umanizzazione dei servizi. Tutti i “voti” sono finiti in una lista composta da 144 voci che hanno riguardato la valutazione delle strutture di ricovero con attenzione particolare al Centro prelivi, al Pronto Soccorso, ai reparti di Medicina generale, Chirurgia generale, pediatria, ostetricia, oncologia, terapia intensiva cui vanno aggiunti gli uffici Urp e Cup.

Dall’elaborazione delle risposte, è emerso che le sei azioni di miglioramento possibili sono queste: la ricerca di strutture alberghiere in convenzione con l’Asl per famigliari di parenti che arrivino da fuori Asti; la presenza di locali dedicati al culto presso la camera mortuaria; rilevazione dei parametri del dolore; predisposizione di un menù vegetariano per chi aderisce a questo tipo di dieta; migliori informazioni sulla segnaletica verticale e studiare la fattibilità di installare un wi-fi nelle aree comuni della struttura ospedaliera. Trasmessa nei tempi e nelle modalità richieste la rilevazione dei questionari, il gruppo di studio locale ha chiesto alla direzione aziendale l’avvio dei lavori già quest’anno per arrivare all’attuazione delle azioni di miglioramento individuate.

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport