Attualità
Asti

Da Asti il nuovo “cubo 3D” per gli smartphone

Stampa Home
Articolo pubblicato il 20/11/2017 alle ore 09:06.
Da Asti il nuovo “cubo 3D” per gli smartphone 3
Schillaci, al centro, con il team di GameADES

Squadra che vince non si cambia, anzi si conferma la migliore. E’ il caso del team GameADES, fondato dall’astigiano Alessandro Schillaci (Unity developer, marketing), Daniele Sforzin (3D designer di Aosta) ed Enrico Simonato (2D artist, sound engineer di Vicenza), che anche quest’anno ha partecipato a Lucca Comics vincendo il concorso “Start and up” con il videogioco “Magnetic Brain”. Il team, infatti, aveva già vinto lo stesso concorso nel 2016 presentando “Steampunk Adventure”, un platform game molto godibile, ambientato in un mondo steampunk. Il concorso, organizzato dal Polo Tecnologico Lucchese, premia i migliori sviluppatori e l’astigiano Schillaci ha più di un motivo per l’ottimo risultato raggiunto con “Magnetic Brain”, disponibile gratuitamente su Google Play per gli smartphone Android.

«Si tratta di un Casual Game di abilità molto intuitivo: - racconta - il giocatore facendo scorrere un dito sullo schermo può muovere il magnete al centro del display e lo scopo è attaccare più palline possibili sulla superficie. Raggiunto un certo numero si passa al livello successivo che presenta sempre maggiori difficoltà: palline di colori e dimensioni diverse e in numero maggiore, fino a tre contemporaneamente con velocità diverse. Durante la partita serve giocare con una certa strategia: liberando spazio sul magnete facendo toccare tra loro palline dello stesso colore, oppure lasciando libere delle aree per quelle successive. Abbiamo cercato di mantenere il gameplay molto semplice, un gioco senza pulsanti nel quale con il tocco del dito è possibile affrontare tutti e 100 i livelli per completare il videogame». Magnetic Brain si ispira a vecchie glorie del passato, come spiegato da Schillaci. «Immaginate il gameplay di “Puzzle Bobble” applicato ad un movimento in stile “Cubo di Rubik”: l'idea di renderlo in tre dimensioni è originale ed è piaciuta a tutto il team».

In vista della partecipazione a Lucca Comics Schillaci, Sforzin e Simonato hanno messo mano al codice per migliorare l’esperienza del videogiocatore, ma non solo. «E’ stata anche introdotta una classifica mondiale con i punteggi e il massimo che si può ottenere è 100 perché corrisponde al livello finale del gioco».

Per tutti l’esperienza a Lucca è stata straordinaria: «Abbiamo avuto la fortuna e la temerarietà di partecipare a un bando di concorso organizzato dal Polo Tecnologico Lucchese e il premio per i finalisti consisteva nella partecipazione gratuita nello spazio fornito dal Polo all’interno della Fiera di Lucca Comics: in questo modo abbiamo avuto l’occasione di mostrare al pubblico i nostri videogiochi e di confrontarci con altri gruppi di sviluppo, anch’essi finalisti del concorso. E’ stata sicuramente un’esperienza molto positiva sotto tutti gli aspetti».

La doppia vittoria del concorso nazionale è un ottimo trampolino di lancio verso nuovi progetti, ma nell’imminente futuro i tre amici pubblicheranno una nuova versione del loro primo videogioco.

«Stiamo lavorando ad una nuova versione di Steampunk Adventure, con un gameplay più lungo (si parla di 40 livelli totali ndr) e con molti elementi grafici e logici creati ex-novo. Per chi fosse interessato, pubblicheremo gli aggiornamenti relativi ai progetti in lavorazione sulla nostra pagina Facebook».

Per seguire la lavorazione del videogame e restare in contatto con il team GameADES è possibile collegarsi alla pagina Steampunkadventure.

Riccardo Santagati

Tags: informatica,Magnetic Brain,GamesAdes,smartphone

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport