Palio
Asti

Consiglio del Palio velocissimo
Scontata conferma per Bircolotti

Stampa Home
Articolo pubblicato il 21/06/2014 alle ore 07:00.
consiglio-del-palio-velocissimobrscontata-conferma-per-bircolotti-56e682e926d7d2.jpg
Seduta lampo. Parla Gilberto Berlinghieri, tornato alla presidenza della commissione tecnica, durante il Consiglio del Palio svoltosi mercoledì
L'attesa era grande, la sala consigliare affollatissima. Il Consiglio del Palio di mercoledì sera prometteva molto. Le freschissime dimissioni di Alberto Pasta dalla carica di assessore alla manifestazione, abbinate ad un ordine del giorno che toccava temi di notevole interesse, facevano presagire una seduta corposa e "piena". Nulla di tutto ciò. Il sindaco Fabrizio Brignolo, che aveva trattenuto la delega al Palio dopo l'uscita di Pasta, è stato stringatissimo e in poco più di venti minuti ha sciolto l'assemblea. Un record? Probabilmente sì.

Si è dapprima proceduto alla votazione per la conferma o meno del mossiere Renato Bircolotti. Ventiquattro le schede distribuite ed esito scontato: lo "starter" di Castiglion Fiorentino ha ottenuto diciannove approvazioni alla sua permanenza ad Asti. Un voto è andato a Gennaro Milone, uno ad Antonio Binello, uno a Francesco Peraino e due sono state le schede bianche. Archiviato il primo punto all'ordine del giorno, l'attenzione si è spostata sulla nomina del nuovo presidente della commissione tecnica. Il Sindaco ha introdotto l'argomento precisando di aver in precedenza chiesto al dimissionario Gilberto Berlinghieri di fare un passo indietro e riconsiderare la sua decisione.

Nello specifico non è stato necessario operare alcun tipo di votazione per eleggere un nuovo presidente, poichè, accogliendo l'invito di Brignolo, Berlinghieri ha ritirato le dimissioni. In sintesi le sue parole: «La manifestazione di stima e gli apprezzamenti ricevuti dai Rettori, dai componenti della commissione che presiedevo e da molti addetti ai lavori del mondo del Palio mi hanno indotto a fare un passo indietro. Stare fuori da un ambiente come quello del Palio dopo averlo vissuto con straordinaria intensità è pressoché impossibile».

Riguardo alle questioni legate alle modifiche regolamentari, Brignolo ha invece preso tempo, rinviando ogni decisione ad una prossima seduta programmata indicativamente per la metà di luglio. Esauriti i tre argomenti pregnanti della serata, restava ben poco di cui discutere. Si è detto che a breve dovrebbe essere firmata l'ordinanza relativa agli allenamenti degli sbandieratori, mentre le visite veterinarie precedenti alla corsa si svolgeranno anche quest'anno nel centro di ippoterapia C.A.di R.E.S di Valmanera, guidato dalla dottoressa Silvia Manzoni.

In chiusura ha preso la parola il nuovo presidente della Giuria Massimo Cassulo, che scusandosi per l'assenza in occasione della precedente seduta, ha confermato di voler proseguire sulla strada intrapresa dal padre Valter, suo predecessore nell'incarico, garantendo totale impegno e professionalità. Cassulo ha poi rivolto parole di apprezzamento a Gilberto Berlinghieri, dicendosi soddisfatto della decisione presa dallo stesso nel fare un passo indietro e voler mantenere la massima carica della commissione tecnica.

Fine. Nessun intervento dei Rettori, nessuna particolare presa di posizione... Un bel po' di brusìo in sala quando il Sindaco ha annunciato la chiusura dell'atteso Consiglio. "Tutto qui?", parevano chiedersi molti dei presenti? Sì, tutto qui. Ma speriamo solamente per ora. Perchè a tre mesi dal Palio non è esattamente ciò che ci si attendeva, anzi. E' stata una serata interlocutoria, nella quale ha prevalso la prudenza. Ma i temi e le problematiche da affrontare sia in essere che nascenti sulla manifestazione di settembre richiedono notevole rapidità decisionale. Il tempo stringe. Ecco giustificati i brusii di cui dicevamo...

Massimo Elia

Cronaca

Attualità

Salute e Green

Economia e lavoro

Eventi e Weekend

Sport